La villetta va in fiamme Intossicata una famiglia

I vigili del fuoco all’opera sul tetto della casa di Concesio colpita dall’incendio
I vigili del fuoco all’opera sul tetto della casa di Concesio colpita dall’incendio

Hanno avuto fortuna i quattro componenti di una famiglia di Concesio finiti ieri in ospedale per un presunto avvelenamento da fumo. A causarlo è stato un incendio partito dalla canna fumaria della loro casa prima dell’alba: alle 5 due squadre del comando provinciale dei vigili del fuoco di Brescia erano già sul posto per domare le fiamme che hanno divorato una porzione della copertura in legno del tetto. Sono state domate grazie all’uso strategico delle schiume di nuova generazione, e circoscritte a una piccola zona della copertura. Nonostante questo marito e moglie (incinta) e due bambini sono stati trasportati dalle ambulanze in due diverse strutture ospedaliere. AD ACCORGERSI dell’odore di fumo è stato l’uomo, che si era svegliato all’alba per andare al lavoro. Sono bastati pochi secondi per capire che la canna fumaria aveva preso fuoco compromettendo parte del tetto. Immediata la chiamata al 112. Nel frattempo genitori e figli portati in ospedale sono stati visitati dai medici: sono stati dimessi nelle prime ore del pomeriggio di ieri. L’abitazione non ha subito gravi danni, a parte una piccola porzione di tetto tagliata, ed è stata dichiarata agibile, ma a causa del forte odore di bruciato gli occupanti trascorreranno qualche giorno dai parenti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.BEN.