CHIUDI
CHIUDI

16.01.2020

Le fiamme divorano un’azienda agricola

Il tetto dell’azienda agricola di Bovegno distrutto dall’incendio
Il tetto dell’azienda agricola di Bovegno distrutto dall’incendio

Ridotta in cenere l’azienda agricola «Cosa tiene accese le stelle», avviata a Bovegno da una giovane coppia qualche anno fa. Le fiamme e il fumo erano ancora più evidenti martedì sera, ma l’incendio era già divampato nel pomeriggio. Dell’azienda agricola a Ludizzo di Bovegno, in alta Valle Trompia, non è rimasto praticamente più nulla. Per fortuna nessuno è rimasto ferito, a parte la figlia piccola di Stefania e Simone, i due titolari dell’azienda agricola, che ha riportato una lieve intossicazione per il monossido di carbonio ed è stata portata in ospedale. L’incidente potrebbe essere legato ad un cattivo funzionamento della canna fumaria, che ha poi generato un incendio scoppiato a partire dalle ore 16. Le fiamme hanno divorato i due piani della cascina suddivisa tra la zona abitata dalla famiglia, i laboratori e il magazzino. L’allarme è scattato immediatamente ma visto che l’azienda agricola è raggiungibile solo con mezzi fuori strada, ai Vigili del Fuoco arrivati da Lumezzane e Gardone Valtrompia accompagnati dalla Protezione Civile del paese sono servite diverse ore per domare l’incendio. Tant’è che martedì il buio della sera metteva in evidenza ancora qualche lingua di fuoco. La cascina, ormai senza tetto, è stata dichiarata inagibile e ora si sta facendo la conta dei danni. Alcuni testimoni hanno riferito che «si è salvato pochissimo». L’azienda agricola «Cosa tiene accese le stelle» nasce nel 2012 in seguito alla ristrutturazione di una cascina abbandonata voluta da una giovane coppia di trentenni laureati all’Università della Montagna di Edolo che avevano deciso di trasferirsi in l’alta valle per coltivare frutta e altri prodotti da trasformare in conserve e mettere sul mercato. Un sogno diventato realtà che ieri, però, ha avuto una brutta battuta d’arresto. Nel giro di poche ore i titolari hanno visto svanire sotto gli occhi il sogno di una vita costruito con passione e sacrificio. Erano partiti da zero, si erano fatti conoscere in tutta la Valtrompia portando un esempio virtuoso di impresa sostenibile e scelta di vita differente. Ieri a Bovegno non si parlava d’altro: tutta la comunità è rimasta senza parole per l’incidente che ha colpito la giovane coppia. •

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1