martedì, 18 giugno 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

19.01.2019

Disabilità, una festa a tavola per aiutare i progetti della Cvl

Uno dei mezzi operativi della cooperativa Cvl
Uno dei mezzi operativi della cooperativa Cvl

Sono attese oltre mille persone allo spiedo messo in calendario per domenica 3 febbraio per aiutare la cooperativa sociale «Cvl» di Lumezzane a regalare un momento di leggerezza e un sorriso ai disabili e alle rispettive famiglie. Ci penserà il Gruppo spiedo solidale, che ha deciso di accogliere la richiesta della coop decisa a riproporre una attività specifica proposta per anni e oggi in forse per la carenza di finanziamenti pubblici. L’esigenza è quella di finanziare il progetto «Supporto svago» nato anni fa per rispondere ad un doppio bisogno: offrire alle famiglie momenti di sollievo dalla quotidianità, per recuperare energie da destinare alla cura del proprio caro, e permettere alle persone disabili di sperimentare nuove situazioni di vacanza. Per questo la Cvl organizza da alcuni anni sia weekend ricreativi, sia sabati di apertura straordinaria nel centro diurno di Lumezzane: alcune di queste iniziative sono finanziate dalla Regione, ma le esigenze, come spesso accade, superano la somma erogata. «Abbiamo quindi pensato a una raccolta fondi per garantire la continuità di queste esperienze così preziose - spiega il coordinatore Sandro Bicelli -. I progetti sollievo sono stati promossi dalla Regione qualche anno fa, ma ultimamente i finanziamenti arrivano a intermittenza. Per questo ci siamo mossi autonomamente, e così potremo eventualmente integrare i fondi che Milano potrebbe decidere di rimettere a disposizione». L’OBIETTIVO è quello di garantire momenti di sollievo a prescindere dalle risorse pubbliche, e la risposta degli specialisti dello spiedo solidale non si è fatta attendere. In realtà questa è la prima iniziativa che il gruppo organizza oltre il progetto inziale dedicato ai terremotati di Amatrice. «Nasciamo nel 2016, in seguito al dramma che aveva colpito il Centro Italia - ricorda Roberta Bertarini, una delle promotrici -. Questa è la prima iniziativa che organizziamo a favore di altre realtà, ma ce ne saranno altre. Ci piacerebbe organizzare eventi a sostegno delle persone del territorio. È una sperimentazione». Il comitato è composto dagli alpini di Sarezzo, dal Gaim, dall’associazione Andersen di Gardone, dalle penne nere e dall’oratorio di Lumezzane San Sebastiano e dai Liupard Sband, tutte realtà particolarmente vivaci a cui le idee in solitaria non mancano, e che per le grandi occasioni si uniscono. L’invito è quindi quello di esserci domenica 3 febbraio alle 12,30 nella sala Paolo VI per spiedo e polenta a partire da 10 euro. Prenotazioni ai numeri 339 5990343 e 366 7138948. •

Marco Benasseni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1