giovedì, 21 novembre 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

14.10.2019

Dossi da paura addio Arriva la «piallatura»

Uno dei dossi di Lumezzane Gazzolo destinati alla «piallatura»
Uno dei dossi di Lumezzane Gazzolo destinati alla «piallatura»

Dopo tante proteste finalmente arriva una «piallata» per i contestati dossi rallentatori di Lumezzane Gazzolo. Succederà da oggi, rispondendo alle critiche degli automobilisti per l’eccessiva altezza dei manufatti. «Fare e disfare è tutto un lavorare» recita un famoso proverbio; che anche se solo parzialmente sta per essere applicato alla lettera in Valgobbia. L’assessore ai Lavori pubblici Claudio Gnutti aveva annunciato fin dal suo insediamento, lo scorso luglio, la volontà di intervenire su attraversamenti pedonali e dossi costruiti in via Padre Bolognini. Veri «scalini» realizzati oltre un anno fa, e appunto presi di mira per lo stress eccessivo causato ai veicoli. Così, da oggi e per due settimane un’impresa concentrerà mezzi e operai su quei dissuasori in porfido e asfalto. Che erano stati piazzati nell’ambito di un piano d’intervento da 148 mila euro che ha visto posizionare anche paletti e fioriere per l’arredo urbano e la sicurezza. Qui si affacciano l’oratorio Sant’Antonio da Padova con l’omonimo asilo e la scuola elementare «Gianni Rodari», e la velocità di qualcuno al volante metteva a rischio i giovanissimi frequentatori di entrambe le realtà. «NON SARANNO rimossi e nemmeno abbassati - precisa l’assessore parlando del lifting dei manufatti - ma allungati ottenendo una pendenza più dolce». E i costi dell’operazione saranno molto ridotti, nell’ordine di qualche migliaio di euro. Di certo potrebbe esserci qualche disagio nelle due settimane di lavori a causa di un senso unico alternato. «Ma abbiamo deciso di muoverci adesso, visto che dopo la riapertura di via Cavour, a Mezzaluna, si è sciolto il traffico rallentato dai lavori in corso per il collettore» aggiunge l’assessore. Auto, moto e mezzi pesanti ringraziano. Soprattutto questi ultimi: un mese fa i vigili del fuoco avevano dovuto ripulire la carreggiata dall’olio perso dal serbatoio sfondato di un bus in transito su uno dei famigerati rallentatori. La zona col limite dei 30 orari? Rimarrà operativa. •

F.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1