martedì, 17 settembre 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

04.04.2019

Illuminazione pubblica: il restyling entra nel vivo

I lavori sono finalmente iniziati
I lavori sono finalmente iniziati

Annunciati da tempo, lo scorso primo aprile a Lumezzane sono iniziati gli interventi finalizzati alla sostituzione della maggior parte dei punti luce della rete per l’illuminazione pubblica. Nei prossimi quattordici mesi saranno 2.500 circa i lampioni a vapori di mercurio ad andare in pensione e ad essere sostituiti con fari a Led. Si tratta della terza fase dei lavori dopo gli interventi già ultimati lungo la dorsale Termine-via Valsabbia e a Gazzolo. A occuparsi del progetto è l’azienda municipale Albatros, che di concerto con il comune ha messo a punto il piano di intervento e ora lo sta concretizzando dopo aver aggiudicato il bando. Le luci e le basi di montaggio arrivano dall’impresa aretina AEC Illuminazione, mentre sulle vie sta intervenendo la bergamasca Colman, di Nembro, che si è vista autorizzare una serie di limitazioni lungo le strade almeno fino al prossimo 31 dicembre, ogni giorno dalle 7.30 alle 18. IL PROGRAMMA prevede di sostituire un quinto (circa 500) dei lampioni (e che non presentano problemi di collegamento). Altri, invece, richiederanno degli scavi preliminari per installare nuove linee funzionanti e in appoggio a quadri elettrici che fanno da «regia» all’intero sistema. Durante i lavori ci sarà anche l’occasione di verificare se aggiungere nuovi lampioni in zone che di solito restano al buio. Saranno inevitabili dei disagi alla circolazione tra divieti e sensi unici alternati, anche se per venire incontro agli automobilisti non si interverrà sulle strade principali nelle ore di punta: dalle 7.30 alle 8.30, dalle 12 alle 14 e dalle 17 alle 19. Il Comune offre anche l’opportunità di controllare on-line in tempo reale il procedere dei lavori. Si partirà dalle vie Cefalonia, Corfù, Divisone Acqui e Ruca, in zona industriale; poi San Filippo Neri, Umberto Gnutti, piazza Don Masneri e largo della Vittoria. Quindi si proseguirà in piazza Paolo VI, via Veneto, Villaggio Gobbi, San Giovanni Bosco, Partigiani, Cristoforo Colombo e Ragazzi del ’99 e in seguito nelle altre frazioni. A lavori conclusi - il costo è di circa 1,7 milioni di euro - si prevede un deciso taglio ai consumi energetici e un risparmio di circa 200mila euro all’anno.

F.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1