Provinciale invasa dal traffico? Arriveranno tempi peggiori

di Mrco Benasseni
Traffico lungo la sp 345: un problema quotidianoConcesio Il cantiere ormai in chiusura che ha contribuito ai rallentamenti
Traffico lungo la sp 345: un problema quotidianoConcesio Il cantiere ormai in chiusura che ha contribuito ai rallentamenti
Traffico lungo la sp 345: un problema quotidianoConcesio Il cantiere ormai in chiusura che ha contribuito ai rallentamenti
Traffico lungo la sp 345: un problema quotidianoConcesio Il cantiere ormai in chiusura che ha contribuito ai rallentamenti

Chi vive o lavora in Valtrompia si deve ogni giorno confrontare (o meglio battagliare) col traffico «bestiale» che interessa la provinciale 345. Nei due anni della pandemia, complice lo smart working e le restrizioni che tutti ben conosciamo, l’intasamento era notevolmente diminuito, ma ora la situazione è ben diversa. Complici anche i cantieri ordinari e straordinari che interessano un’arteria importante come questa, negli ultimi mesi il traffico sembra notevolmente aumentato, anche se in realtà i numeri sono quelli di sempre. Una buona notizia la comunica l’assessore ai Lavori pubblici di Concesio che annuncia la chiusura del cantiere sua via Europa. «Su quel tratto di provinciale Unareti, la società che gestisce la distribuzione di energia elettrica e metano, ha sostituito tutta la rete del gas da via Due Muri salendo fino alla nuova rotonda che porta a Roncaglie - spiega Luca Guerini -. Entro domani (mercoledì) i lavori dovrebbero terminare e quindi il traffico sarà più scorrevole». Sciolto questo nodo, i blocchi che si creano nell’orario di punta sulla rotonda e sul rettilineo che scende verso Brescia dovrebbero sparire. Venendo ai numeri, il censimento sui veicoli che percorrono la 345 non riporta come detto incrementi: la percezione dell’ampliamento è probabilmente legata alle modifiche avvenute sulla carreggiata, perché negli ultimi anni sono comparsi spartitraffico e isole pedonali che l’hanno ristretta. «Nel post pandemia il traffico è tornato alla normalità pre Covid - conferma il sindaco di Concesio Agostino Damiolini -. Si viaggia tra i 35 e i 40mila veicoli al giorno. Nel corso degli ultimi anni i veicoli non sono aumentati, ma sono stati fatti alcuni interventi sulla viabilità che possono modificare la percezione della situazione». Il Comune ha comunque in programma un rilievo sul traffico che offrirà un dato più aggiornato, ma poco cambierà per gli utenti, che possono solo armarsi di pazienza. Anche perché la situazione è destinata a peggiorare. Le prossime preoccupazioni legate proprio al territorio di Concesio sono legate ai grandi cantieri che potrebbero partire quest’anno in concomitanza ai lavori dell’autostrada. Resta infatti aperto il problema del ponte sulla sp 19, sul quale dal 2018 c’è il divieto di transito per i mezzi oltre le 42 tonnellate: in questo caso i cantieri sono ostaggio dei ricorsi ma è presumibile che le opere partano nei prossimi mesi. Sempre a Concesio è poi previsto un intervento che si rinvia da tempo sul sovrappasso di via Mazzini. In attesa dell’avvio della sistemazione del ponte sul Mella, come dicevamo rinviata dalle controversie giudiziarie in corso, la Provincia intende procedere con una valutazione aggiornata sullo stato di degrado della struttura per valutare le masse limite transitabili secondo le linee guida ministeriali. Per questo, sabato 4 febbraio dalle 7 alle 17 verrà istituito un senso unico alternato regolato da movieri in corrispondenza del ponte, necessario per la posa dei sensori attraverso una speciale piattaforma aerea by bridge che, occupando una sola corsia, consente di lavorare con il braccio in negativo (dall’alto verso il basso) sotto l’impalcato del ponte. Domenica 5 febbraio, invece, per consentire le prove di carico, la sp 19 verrà chiusa dalle 9 alle 16, col dirottamento dei flussi veicolari lungo la viabilità alternativa di Concesio. Se le operazioni saranno più veloci, anche i tempi di chiusura si accorceranno.•.