Sport, relax e mobilità dolce Nave investe sulla normalità

Proseguono i lavori per l’allestimento della ciclabile tra via Borano e piazzale Unità d’Italia
Proseguono i lavori per l’allestimento della ciclabile tra via Borano e piazzale Unità d’Italia

Mentre gli sportivi sono relegati in panchina a causa della pandemia, l’Amministrazione comunale di Nave coglie la palla al balzo per metter mano agli impianti in attesa della ripartenza. L’assessorato ai Lavori pubblici guidato da Carlo Ramazzini ha puntato sulla riqualificazione dell’illuminazione del campo da calcio di via Predenno. L’operazione permetterà all’ente di risparmiare il 60 per cento dei costi di energia elettrica sostituendo i vecchi lampioni con luci led di nuova generazione. UN RISPARMIO che, anno dopo anno, andrà ad ammortizzare l’investimento comunale di 56 mila euro. In attesa di rivedere i ragazzi correre sui campi da calcio e di atletica, sono in fase avanzata i lavori negli spogliatoi del campo sportivo comunale di via Capra. «In questo caso stiamo sostituendo i rivestimenti delle pareti e i serramenti interni –spiega Ramazzini -, poi cominceremo a ritingeggiare. A gennaio dello scorso anno eravamo intervenuti sugli infissi esterni, ora, con un ulteriore investimento di 30 mila euro chiudiamo il cerchio». Nave dispone di un parco impianti molto ampio, ma il rovescio della medaglia sono i costi di manutenzione molto onerosi. Ma il Comune ha deciso di non lesinare risorse. Anche in un’ottica di promozione di un ritorno alla normalità per le nuove generazioni, è stata accolta una richiesta firmata da un gruppo di ragazzi che da tempo vorrebbero poter giocare in un campo da basket degno di chiamarsi tale. «Inizialmente avevamo pensato di sistemare il campetto all’interno del parco del Garza. –continua l’assessore ai Lavori pubblici -. Ma anche in funzione delle misure anti-Covid abbiamo pensato a un’alternativa». È stato quindi deciso di progettare e finanziare la ricostruzione del rettangolo di gioco abbandonato in via Moia. «Oltre all’illuminazione prevediamo di costruire una recinzione,– conclude Ramazzini- per rendere il campo più sicuro». IL CANTIERE APRIRÀ in primavera, l’operazione avrà un costo di 60 mila euro, anche in questo caso coperta da risorse comunali. Infine, procedono gli interventi per la riqualificazione sismica della scuola Borsellino e Falcon+e che dovrebbe terminare tra aprile e maggio. Stessa cosa per la pista ciclopedonale che collega via Borano a piazzale Unità d’Italia. Entrambi gli interventi sono stati finanziati nel 2020 con 90 mila euro arrivato dallo Stato e 500 mila da Regione con il Decreto rilancio. •

Marco Benasseni