CHIUDI
CHIUDI

03.07.2020 Tags: Gardone Valtrompia

Un pieno di risorse extra da investire in viabilità e risparmio energetico

Interventi sul manto stradale in programma a Gardone
Interventi sul manto stradale in programma a Gardone

A Gardone Valtrompia stanno per prendere il via una serie di lavori legati al benefit offerto da Regione Lombardia di 500 mila euro da impiegare entro il 31 ottobre. «Andremo ad utilizzare i fondi regionali - ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Bondio - in particolare su alcuni progetti. Una parte, 182 mila euro, verrà utilizzata per la messa in sicurezza e la riqualifica di parti di strade e marciapiedi di tutto il territorio, il progetto definitivo si avrà a settembre». «UN ALTRO intervento importante - ha continuato Bondio - sarà il rifacimento di alcuni tratti della pavimentazione in porfido per 188 mila euro: la piazzetta di fronte la basilica del Convento, piazza Garibaldi, via Mazzini, via Gramsci, via Zanardelli fino a Inzino, il tratto che dall’edicola in fondo a piazza Garibaldi giunge fino al sottopasso. Dato che andremo a togliere il porfido, in coordinamento con Asvt, la stessa eseguirà interventi di rifacimento dei sottoservizi». Ma i progetti non si fermano e Bondio prosegue nell’illustrare un terzo intervento che l’amministrazione intende appaltare, e che stavolta vede la compartecipazione delle casse comunali. «Si tratta di un lotto di lavori per 114 mila euro di cui 100 da Regione e 14 mila dalle casse comunali, relativo all’efficientamento energetico delle luci delle palestre delle scuole: Canossi, Andersen, Anna Frank, Milani, ex scuola media di Inzino. Dovremmo riuscire a realizzare anche l’impianto fotovoltaico sulla scuola Anna Frank, di cui andremo a recuperare tramite fondo Gse circa 40 mila euro». «Un ultimo progetto di 30 mila euro - conclude Bondio - vedrà la sostituzione della palizzata della pista ciclabile, dal ponte della Dolomite al parco Rovedolo e nella zona Bresciana sempre adiacente a Rovedolo». Intanto i lavori iniziati alla scuola Diaz agli inizi di maggio di posa di nuovi serramenti e nell’atrio la nuova pavimentazione (costo di 600mila euro di cui 400mila della Comunità Europea e 180mila comunali), il tetto della scuola di Magno per 90mila euro proseguono secondo il programma.

L.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1