Le penne nere incoronano il «re» dei salami nostrani

La gara del salame  nostrano
La gara del salame nostrano
La gara del salame  nostrano
La gara del salame nostrano

Una delle principali eccellenze gastronomiche della Bassa sarà protagonista di una competizione che incoronerà il re del salame nostrano. Il gruppo Alpini ha promosso per sabato 15 aprile alle ore 19 la sfida del «Salame Nostrano di Montichiari» per mantenere viva e far conoscere un'antica tradizione culinaria delle nostre terre. La partecipazione, a titolo gratuito, è aperta ai produttori a livello familiare a consumo privato, alle aziende agricole e ai laboratori che producono per il proprio spaccio. Sono ammessi alla competizione anche i produttori dei paesi limitrofi. I salami dovranno avere una stagionatura minima di 60 giorni e non superiore ai 180 e un peso minimo di 700 grammi. Ogni iscritto dovrà consegnare due insaccati, uno per la giuria e l'altro per il pubblico. La gara si terrà nella tensostruttura dell'associazione Pezzaioli in località Trivellini: aspetto visivo, profumo, gusto e parametri della tipicità saranno i criteri della valutazione di una giuria composta da esperti. Al termine della cerimonia di premiazione sarà apparecchiata una cena con spiedo delle penne nere, polenta, uova, vino e salame. Il ricavato dell’iniziativa finanzierà l'Adunata nazionale del II raggruppamento in programma a Montichiari nel 2024. La cena va prenotata entro il 13 aprile, mentre i salami vanno consegnati all'ufficio Cultura del Comune entro il 14 aprile. Per informazioni si possono chiamare il 328926252 15, il 3494010126, il 34023 41946 o cliccare sul sito w- ww.montichiari.it.•. E.Cus.