IL PROGETTO

Ascensore per il Castello, Legambiente lancia una petizione

L'associazione chiede uno studio comparativo e l'istituzione di un servizio sperimentale di bus navetta ad alta frequenza
Un’immagine di come potrebbe essere la cabina a cremagliera che dovrebbe salire in Castello
Un’immagine di come potrebbe essere la cabina a cremagliera che dovrebbe salire in Castello
Un’immagine di come potrebbe essere la cabina a cremagliera che dovrebbe salire in Castello
Un’immagine di come potrebbe essere la cabina a cremagliera che dovrebbe salire in Castello

Le ultime notizie circa la realizzazione dell’impianto di ascensore per il Castello di Brescia e la convinzione della Loggia di procedere dopo la visita all'analogo impianto di Graz, Legambiente Brescia presenta una petizione «perché Legambiente ne discuta e possa riflettere sull'opportunità di investire 8 milioni, che potrebbero essere meglio impiegati in interventi di contrasto ai cambiamenti climatici».

In particolare Legambiente - si legge nel testo della petizione depositata in Comune - invita il Consiglio a:

  1. dare disposizioni per la realizzare uno studio comparativo di costi/benefici fra la realizzazione dell’impianto ascensore, con le prescrizioni indicate dalla Soprintendenza, e la realizzazione di sistemi alternativi quali l’adozione di un bus navetta di collegamento del piazzale del Castello con piazza Arnaldo e Largo Formentone o altre destinazione ritenute più convenienti da un punto di vista trasportistico
  2. dare disposizioni per la programmazione di un bus navetta ad elevata frequenza per un periodo sperimentale, della durata di alcuni mesi, attrezzato per il trasporto di persone con difficoltà motoria, di collegamento del piazzale del Castello con piazza Arnaldo e Largo Formentone inserendo tale servizio nel trasporto pubblico locale o con biglietto unico andata e ritorno
  3. di rinviare ogni decisione in merito alla realizzazione dell'opera solamente a seguito della verifica dei dati ottenuti con le attività di cui ai precedenti punti 1) e 2)
  4. di istituire, contestualmente all'avvio della sperimentazione del trasporto con il bus navetta, il divieto di transito, lungo i viali del colle Cidneo, a tutti gli autoveicoli e motoveicoli, con la sola eccezione dei residenti e degli autorizzati.

Suggerimenti