l'operazione

Brescia, maxi-sequestro delle Fiamme Gialle in otto negozi cinesi: 700mila gli articoli non in regola

di Redazione web
Sequestrata oggettistica legata al carnevale, articoli di bigiotteria, capi di abbigliamento e giocattoli in vendita e privi di indicazioni in lingua italiana necessarie e obbligatorie
Sequestro Guardia di Finanza

Maxi sequestro della Guardia di finanza di Brescia: nell'ambito di un'operazione di controllo e di contrasto alla criminalità economico-finanziaria, le Fiamme Gialle bresciane hanno sequestrato 696 mila prodotti non conformi agli standard di sicurezza imposti dalle normative nazionali e europee. La merce era in vendita in otto negozi cinesi del territorio 

La merce sequestrata

L’attività svolta ha consentito di sottoporre a sequestro 696 mila articoli, tra i quali, oggettistica legata al carnevale, articoli di bigiotteria, capi di abbigliamento e giocattoli in vendita e privi di indicazioni in lingua italiana necessarie e obbligatorie (provenienza, tipologia di prodotto, materiali impiegati, istruzioni, precauzioni e destinazioni d’uso) per garantire la corretta e completa informazione al consumatore.

Le sanzioni previste

Le irregolarità riscontrate, sanzionate in via amministrativa, comportano una pena pecuniaria che, per il Codice del consumo, va da un minimo di 1.500 euro fino a un massimo di 30mila euro mentre, per la sicurezza dei giocattoli, va da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 10mila.

Pertanto, in considerazione della merce sottoposta a sequestro, complessivamente sono state comminate sanzioni pari ad un minimo di 19.500 euro ad un massimo di 290mila euro. 

Suggerimenti