LA MANIFESTAZIONE

Continua il viaggio dei paciclisti: dopo Nettuno, tappa all'abbazia di Montecassino

di Flavio Marcolini
Gli undici ciclisti bresciani stanno pedalando verso Scampia recando il loro messaggio per un mondo senza atomiche nell’ambito del Kaki Tree Project
Paciclisti
Paciclisti
I ciclisti della pace

Lasciata la residenza presidenziale di Castel Porziano dove domenica scorsa a sorpresa sono stati ricevuti da Mattarella, gli undici paciclisti bresciani, che stanno pedalando verso Scampia recando il loro messaggio per un mondo senza atomiche nell’ambito del Kaki Tree Project, percorrono in queste ore il litorale laziale avvolti dal profumo di eucalipto e salsedine e affiancati dal mare che li accompagna con le sue onde spumeggianti.

Leggi anche
Il presidente Mattarella incontra i cliclisti bresciani della pace: «Complimenti per la splendida iniziativa»

La prossima tappa

Dopo aver fatto una sosta al cimitero monumentale americano di Nettuno, dove sono sepolti più di 8000 giovani soldati americani, oggi 8 agosto giungeranno a Cassino, la città italiana più bombardata nella seconda guerra mondiale. Qui in municipio incontreranno l'Amministrazione comunale insieme alle associazioni di volontariato. Al sindaco consegneranno un pianticella di kaki che proviene da quella sopravvissuta al bombardamento atomico americano su Nagasaki di 78 anni fa.

Leggi anche
L'albero di kaki la storia che unisce Brescia e il Giappone

Essa verrà messa a dimora il prossimo anno in occasione dell'ottantesimo anniversario dei terribili bombardamenti in questo luogo, che distrussero la celebre abbazia di Montecassino. La comitiva trascorrerà la serata nel magnifico giardino dove il kaki verrà piantato. Domani è in programma l'incontro con l'Abate dell'Abbazia.

Suggerimenti