l'iniziativa

Studenti bresciani a lezione di «Corse e sicurezza: dalle gara alla strada»

di Irene Panighetti
Un progetto di sensibilizzazione realizzato da Automobile club di Brescia, in collaborazione con la Provincia di Brescia e l’Ufficio scolastico territoriale di Brescia e con il supporto del Pullman azzurro polizia di Stato
«Corse e sicurezza: dalle gara alla strada» al liceo Leonardo

Ha preso il via questa mattina, 20 febbraio, al liceo Leonardo di Brescia il progetto «Corse e sicurezza: dalle gara alla strada», realizzato da Automobile club di Brescia, in collaborazione con la Provincia di Brescia e l’Ufficio scolastico territoriale di Brescia e con il supporto del Pullman azzurro polizia di Stato.

Il progetto di sensibilizzazione

Tre incontri per centinaia di studenti

Tre gli incontri in programma tra la città e la provincia, oltre 500 gli studenti coinvolti; il primo questa mattina, con classi quinte degli istituti: Leonardo, Calini, Baracca, Mantegna e Perlasca. Un centinaio di giovani che, nella prima parte, ha ascoltato le parole del personale di Aci e della Polizia, che hanno introdotto il tema della sicurezza stradale, creando un parallelo tra strada e pista.

Successivamente è stata proposta un’attività pratica con una vera auto da rally, durante la quale sono stati spiegati gli allestimenti della vettura, i rischi derivanti dalla guida, i comportamenti consigliati e quelli da evitare, le misure da osservare in strada e le procedure di soccorso. Nel piazzale del liceo erano state portate infatti due autovetture, una da rally e una normale, ed era stata allestita una pista da percorrere però a piedi, per far provare, seppur solo camminando, tramite speciali occhiali, la sensazione di essere in stato alterato. Un modo concreto per far passare il messaggio, come ribadito dal consigliere provinciale con delega all’Istruzione Filippo Ferrari presente alla mattinata: «In strada nessuna leggerezza ma massima responsabilità verso sé stessi e verso le altre persone».

Prossimi appuntamenti: il 22 febbraio all’Istituto Olivelli-Putelli di Darfo (circa 200 studenti) e il 26 febbraio all’Istituto Dandolo di Corzano (per circa 160 studenti).

Suggerimenti