Corsi e ricorsi

La Loggia prepara la rivincita della tranvia

di Eugenio Barboglio
Il progetto di un moderno tram era già comparso come alternativa alla metro. Ora tornerà concretamente dal 2030
In arrivo il progetto per far ritornare il tram in città
In arrivo il progetto per far ritornare il tram in città
In arrivo il progetto per far ritornare il tram in città
In arrivo il progetto per far ritornare il tram in città

Quando città come Brescia dismisero il tram per guardare alla gomma, passando dal filobus, erano convinte probabilmente che quei mezzi attaccati a fili come burattini sarebbero definitivamente spariti dalla circolazione, superati dall’innovazione tecnologica. E invece no. A distanza di oltre un lustro l’amministrazione cittadina riscopre il tram. Rifacendo a ritroso un percorso che molte città europee hanno già fatto, dotandosi di moderne tranvie come principale veicolo del trasporto pubblico locale. A rivalutare il tram sono soprattutto considerazioni di carattere ambientale, sta lì la modernità di questo mezzo «ottocentesco».

Brescia ha messo in programma per ora una linea, che dalla Fiera raggiungerà la Pendolina: 21 fermate per 11,6 chilometri. Ma non è la prima volta che l’opzione tram si affaccia a Palazzo Loggia. Era già successo, quando al tram si pensò come alternativa della metropolitana. Infatti Brescia non si buttò sulla metro senza valutare altro. Ad esempio, pensò ad un metrobus, ma pensò anche, e seriamente ad una tranvia. In città non mancavano i fautori di questa soluzione, che era meno cara e con possibilità di maggior ramificazione. Ma, a ricordare il dibattito di allora, giocò a sfavore del tram la stessa conformazione urbana della Leonessa.

Si ragionò perfino di superare certi tratti angusti del centro interrando il tracciato ma, alla fine, anche per via del fascino, vinse la metro. Che convogli vedremo? Moderni e silenziosi, lunghi 32 metri. Non varrà per essi il verbo sferragliare che accompagna l’evocazione dei vecchi tram. E per la legge del contrappasso sarà ora il tram a mandare qualche autobus in pensione. La Fiera-Pendolina sopprimerà la linea bus 2 e, se si farà, quella verso Sant’Eufemia, pensionerà la linea 3. 

Suggerimenti