l'operazione

Operazione antiterrorismo in Italia: perquisite abitazioni anche nel Bresciano

di Redazione web
L'intervento riguarda 18 persone di origine nordafricana, che abitano in 14 province italiane, tutte appartenenti alla cerchia relazionale virtuale dell'attentatore Abdesalem Lassoued

Perquisizioni antiterrorismo in diverse abitazioni del Paese e che interessano le province di Brescia, Bologna, Como, Fermo, Ferrara, Lecco, Macerata, Teramo, Palermo, Perugia, Roma, Torino, Trento e Udine. L'operazione, disposta da un decreto del procuratore distrettuale di Bologna Giuseppe Amato e dal pm Stefano Dambruoso della dda di Bologna, riguardano 18 persone, tutte di origine nordafricana, che abitano nelle 14 province italiane.

Leggi anche
Attacco a Bruxelles, l'attentatore è morto. Era sbarcato a Lampedusa nel 2011

I 18 nordafricani appartengono alla cerchia relazionale virtuale di Abdesalem  Lassoued - 45enne di origina tunisina che, lo scorso 17 ottobre, a Bruxelles uccise a colpi di kalashnikov due cittadini svedesi, molto probabilmente in città per il match Belgio-Svezia, valido per le qualificazioni agli Europei -  e risultano titolari di profili social con con contenuti tipici dell'estremismo religioso. Gli sviluppi hanno permesso di individuare altre persone per le quali si è definito l'iter di espulsione dall'Italia, per altri si sta verificando la regolarità.

Impegnati il personale del Ros dei carabinieri e gli agenti della Digos della Questura di Bologna, con il supporto del Raggruppamento operativo speciale di Roma e della Direzione centrale della polizia di Prevenzione. 

La recente operazione

Solo lo scorso dicembre la polizia di Stato, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Brescia - Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo -, aveva portato a termine un'altra operazione antiterrorismo, terminata con due arresti nei confronti di un cittadino pakistano e di un naturalizzato italiano di origine pakistana.

Suggerimenti