il progetto

Tav, arriva il cavalcavia a Calcinatello e l’autostrada A4 si ferma

di Flavio Marcolini
Stanotte il blocco previsto da tempo. La A4 rallenta per permettere la posa in opera del nuovo ponte lungo via Brescia
Cavalcavia Tav
Cavalcavia Tav
Cavalcavia Tav
Cavalcavia Tav

Ingombrante in ciò che resta della campagna, il cantiere per la realizzazione del Tav tra la città e il lago di Garda prosegue la sua corsa con un’altra importante realizzazione che inevitabilmente creerà disagi: nella notte fra oggi 10 febbraio e domani, l’autostrada A4 resterà chiusa dalle 22 alle 5 per la collocazione, programmata da tempo, del nuovo cavalcavia di via Brescia, a Calcinatello.

I lavori e i disagi

Si tratta di una delle operazioni previste dal «cartellone» dei lavori del primo lotto della tratta Brescia-Verona della linea ferroviaria ad alta velocità, e oltre alla chiusura dell’area di sosta autostradale Campagnola Est, il montaggio della complessa struttura comporterà per sette ore anche quella della Serenissima, su entrambe le carreggiate, nel tratto compreso tra i caselli di Brescia Est e Desenzano. Non sarà una novità dell’ultimo minuto per gli automobilisti e i camionisti, perché lo stop è già segnalato da ore da cartelli che danno istruzioni anche sulle deviazioni.

Il cavalcavia

Come è già accaduto qualche mese fa nello stesso territorio comunale di Calcinato, ma più a Est, per una analoga collocazione lungo la finora ben più utilizzata via Stazione, stanotte, alla luce delle fotoelettriche, nell’area autostradale in prossimità del canile San Rocco in una manciata di ore saranno qualche decina i tecnici al lavoro: saranno impegnati a spostare il corpo centrale del nuovo impalcato nella posizione prevista. Alto qualche metro in più di quello attuale, con due maxicarrelli motorizzati e telecomandati il ponte verrà trasportato e poi alzato con una serie di martinetti.

Successivamente verrà collocato sui pilastri di appoggio realizzati da tempo sul posto. Il maltempo previsto anche durante le ore notturne non dovrebbe creare ostacoli o costituire un problema né per i tempi né per le modalità di esecuzione della complessa opera pubblica.

L’apertura in autunno

Nei prossimi giorni, il collegamento del corpo centrale del nuovo ponte ai due tronconi e con le due campate sarà completato, mentre sono già in corso le modifiche della viabilità fra i due centri abitati. È presto per fare previsioni, ma se non si verificheranno problemi tecnici, entro il prossimo autunno il nuovo collegamento dovrebbe aprire al traffico.

Suggerimenti