FINANZA

Lonato, ristorante mascherato da associazione: attività sospesa e multa salata

Cuochi, barman e camerieri figuravano sulla carta come soci, ma erano lavoratori in nero
Il blitz di Finanza e Ispettorato del Lavoro
Il blitz di Finanza e Ispettorato del Lavoro
Il blitz di Finanza e Ispettorato del Lavoro
Il blitz di Finanza e Ispettorato del Lavoro

Nell'ambito di un controllo congiunto eseguito dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza e dai funzionari dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Brescia, è stata individuata un'associazione sportiva dilettantistica che operava come un vero e proprio ristorante.

I controlli

Il controllo  ha portato ad inquadrare come attività d'impresa quella che apparentemente era un'associazione sportiva dilettantistica recentemente costituita per la promozione della danza e del ballo.

Le sette persone che lavoravano come cuochi, barman e camerieri, figuravano sulla carta come soci volontari, ma in realtà erano lavoratori in nero.

Di conseguenza, è scattato il provvedimento di immediata sospensione dell'attività con sanzione di 5 mila euro, nonché l'obbligo per il datore di lavoro di assumere i lavoratori che fino a quel momento erano privi di qualsiasi tutela. L'attività di controllo fiscale, ancora in corso, sarà finalizzata a ricostruire il volume di affari dell'associazione.

Dai primi riscontri risulta che il ristorante gestito dalla Asd, attivo da circa due mesi, riusciva ad ospitare fino a 100 clienti a serata, con incassi superiori anche a 3.000 euro. 

Suggerimenti