Palazzolo intitola il Lungo Oglio alla memoria di Tina Anselmi

di GIancarlo Chiari
Il sindaco Cossandi: "Un modo per riaffermare il valore degli ideali di libertà, pace e giustizia". Presenti anche alcune classi del Marzoli
La targa sul Lungo Oglio di Palazzolo  dedicata a Tina Anselmi
La targa sul Lungo Oglio di Palazzolo dedicata a Tina Anselmi
L'intitolazione a TIna Anselmi

A Palazzolo oltre un centinaio di persone con gli studenti di alcune classi dell’I.I.S Marzoli hanno partecipato sabato mattina all’intitolazione  del Lungo Oglio  del piazzale Giovanni XXIII, a Tina Anselmi. La cerimonia, conclusa dalla benedizione di don Gigi Moretti parroco di Palazzolo di Palazzolo, partita dal vicino Monumento alla Resistenza. Assente per problemi di salute Emanuela Guizzon, nipote di Anselmi, la cui storia è stata ripercorsa dagli interventi del sindaco Gianmarco Cossandi, di Roberto Tagliani, presidente della Federazione Nazionale Volontari della Libertà, di Alvaro Peli, presidente dell’Associazione Fiamme Verdi e degli studenti del Marzoli che hanno sottolineato i risultati ancora attuali dell’impegno civile e politico della prima donna ministro. 

“Dedicarle il Lungo Oglio” ha affermato Cossandi che ha scoperto la targa “riafferma il valore degli ideali di libertà, pace e giustizia al centro del suo impegno politico, nato nella resistenza al fascismo, che si tradussero in parlamento, con la legislazione sulla parità uomo e donna, l’istituzione del servizio sanitario nazionale, e la guida della commissione parlamentare che rivelò trame e corruzione della loggia P2.”

Suggerimenti