Chiari

Rigenerazione urbana. In arrivo il primo fast food

di Massimiliano Magli
Il Burger King sorgerà vicino all'autostrada Brebemi. Pronto anche il piano per la riqualificazione dell'area ex Nk
L'area della ex Nk
L'area della ex Nk
L'area della ex Nk
L'area della ex Nk

Si muove il mercato edilizio in ambito commerciale a Chiari: paese che potrebbe perdere la «verginità» nell'ambito della ristorazione fast food.Tra le offerte immobiliari spunta l'interesse di Burger King, già presente nella vicina Rovato. L'interesse dell'azienda è per l'area dove già sorgono i supermercati Conad e Eurospin, a sud dell'abitato dove da 15 anni è sul mercato un'area, verso la Brebemi, oggi ancora verde. Per Chiari si tratta del primo fast food in una zona che non è passata inosservata in considerazione della presenza di un casello autostradale come quello di Brebemi, che ha uno svincolo non a pagamento proprio a ridosso di questa area, a nord della quale si trova il complesso del cimitero monumentale.

L'interesse per l'ex Nk

Ma gli occhi delle imprese si sono posati anche sull'ex comparto Parladori, concessionaria automobilistica di via Milano. C'è l'interesse di una ditta della Valtellina ma al momento è massimo il riserbo sulla natura dell'attività. Si parla di market di medie dimensioni come per l'ex Nk, dove i proprietari hanno proposto un piano misto. Tra le vie Sirani, Buffoli e Ricci sorgerà infatti una grande area residenziale con soluzioni a palazzina con al piano strada diversi volumi commerciali. Il tutto incastonato in un grande parco urbano, con molto verde e la realizzazione di una ciclabile. I proprietari avevano contestato, con successo, al Tar un presunto eccesso di standard pubblici da cedere al Comune. La giustizia amministrativa aveva dato ragione al privato e all'inizio dell'anno è stata riscritta la pagina di rilancio urbanistico di questa enorme superficie. Si va nella direzione di un nuovo quartiere, già intrapreso anni fa quando il Comune attivò la prima farmacia comunale (poi acquisita da Marica Sbalzer), attorno alla quale sorsero anche altre attività di vicinato. «Siamo soddisfatti dell'attenzione che la nostra città sta riscuotendo. La rigenerazione urbana è uno strumento straordinario per far rinascere il tessuto urbano, riconvertendo aree abbandonate senza ricorrere al consumo di suolo», commenta l'assessore Domenico Codoni.

Suggerimenti