l'operazione

Osteopata 44enne arrestato per violenza sessuale dai carabinieri di Rovato: tra le vittime anche minorenni

di Redazione web
Tutto è partito dalla denuncia della mamma di un ragazzino di Rovato, l'uomo è stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri a Bologna
Abusi sessuali
Abusi sessuali
Abusi sessuali
Abusi sessuali

Un osteopata di 44 anni è stato arrestato, nella giornata di ieri 4 ottobre, dai carabinieri di Rovato perché ritenuto presunto responsabile del reato di violenza sessuale aggravata anche nei confronti di minori. L'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia ha avuto origine nel mese di luglio quando, la madre di un giovanissimo paziente dell’uomo venne a conoscenza dalle confidenze fatte dal figlio sugli abusi sessuali subiti durante i trattamenti manipolatori osteopatici.

La denuncia presentata dalla donna nella stazione dei carabinieri ha dato avvio alle indagini che hanno permesso di individuare altre vittime dell’osteopata, il quale, secondo quanto accertato, approfittando della professione svolta e della minorata difesa dei pazienti, in almeno quattro circostanze avrebbe commesso degli abusi sessuali. Il Gip del Tribunale di Brescia, dopo aver considerato i gravi indizi di colpevolezza messi in luce durante le investigazioni sulle violenze sessuali, ha disposto la custodia cautelare in carcere dell’indagato che è stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri nella città di Bologna. L’autorità Giudiziaria sta tuttora raccogliendo ulteriori elementi onde accertare altri episodi delittuosi.

L'uomo 44enne

È di origini albanesi e ha esercitato in provincia di Brescia e in altre regioni, arrestato dai carabinieri di Brescia con l'accusa di diversi episodi di violenza sessuale che sarebbero avvenuti anche su minori durante le sedute e le manipolazioni. L'uomo, ora detenuto in carcere, è residente fuori dalla provincia di Brescia. La prima vittima che, denunciando, ha dato il via all'inchiesta, è un ragazzino bresciano.

Suggerimenti