Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
mercoledì, 22 novembre 2017

Appuntato in
pensione salva
la vita di un uomo

Il 61enne soccorso dal carabiniere è stato trasportato a Manerbio

Ha scorto l’uomo a terra e non ha perso tempo. Ha accostato, è sceso velocemente dalla macchina, si è chinato sul corpo esanime ed ha capito che la situazione era grave. Così un Appuntato dei carabinieri in congedo ha iniziato a praticare le prime manovre di rianimazione sulla persona riversa a terra mentre l’allarme faceva partire un’ambulanza. Dario Gandolfi, 58 anni, militare dell’Arma in congedo, già in servizio alla stazione carabinieri di Verolanuova, è stato il protagonista mercoledì pomeriggio di un’azione rapida e generosa che con ogni probabilità ha salvato la vita di un uomo. Gandolfi, che abita a Barbariga, da poco in congedo dalla stazione carabinieri di Verolanuova, stava percorrendo mercoledì pomeriggio la strada provinciale Quinzanese alla guida della propria autovettura; all’altezza del Vivaio Onda Verde ha visto una persona a terra sul ciglio della strada. Accostata a bordo strada l’auto, si è chinato sull’uomo, poi identificato come un 61enne di Castegnato che stava andando per funghi, ed ha capito che era stato vittima di un malore ed aveva perso i sensi.

L’ex militare ha richiesto l’intervento dell’ambulanza e poi ha messo a frutto le sue conoscenze in materia di primo soccorso, effettuando un massaggio cardiaco per un quarto d’ora circa. Operazione provvidenziale che ha consentito all’uomo una lenta ripresa. I sanitari arrivati nel frattempo hanno provveduto alle altre cure del caso, trasportando successivamente il 61enne in osservazione all’Ospedale di Manerbio.