Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
martedì, 17 ottobre 2017

Carambola fra
tre moto e 2
auto: un morto

Un morto e sei feriti, di cui uno in gravissime condizioni, è il bilancio della paurosa carambola fra un furgone, un’auto e tre moto avvenuta nel pomeriggio di ieri lungo la 45 bis a Prevalle. La vittima è Fulvio Pastorello, 44 anni imprenditore artigiano residente a Valenza, in provincia di Alessandria. Un suo amico e coetaneo è ricoverato in prognosi riservata alla Poliambulanza. La complessa quanto assurda dinamica dell’incidente avvenuto alle 16 è al vaglio degli agenti della Polizia stradale di Salò che si sono occupati dei rilievi con il supporto dei colleghi di Montichiari e Brescia.

STANDO ALLA PRIMA ricostruzione, la mini-comitiva di motociclisti viaggiava in direzione della città. A pochi metri dal cavalcavia della provinciale 27, per cause ancora in fase di accertamento, il 44enne in sella a una Suzuki Gsx è entrata in rotta di collisione con un furgoncino Opel Combo che sopraggiungeva dal senso opposto. Per effetto dell’ impatto, il van ha sbandato travolgendo in pieno Fulvio Pastorello, anche lui in sella a una Suzuki. L’urto è stato devastante: catapultato all’ indietro per una ventina di metri, il 44enne ha sfondato la parte anteriore di una Renault Kangoo che seguiva a poca distanza i tre motociclisti, prima di essere scaraventato sull’asfalto. L’artigiano è deceduto sul colpo, mentre un troncone della sua moto spezzata in due dal primo impatto ha colpito l’amico che chiudeva la colonna. Soccorso dall’eliambulanza, il secondo motociclista è stato trasferito alla Poliambulanza, dove è ricoverato in Terapia intensiva. Non destano preoccupazioni le condizioni del terzo componente del gruppo, un 43enne che suo malgrado ha innescato la tragica carambola: ricoverato all’ospedale di Gavardo, ha riportato solo abrasioni e contusioni. Medicato al pronto soccorso e subito dimesso il 59enne che era alla guida del Kangoo. Non è stato invece necessario il ricovero per il 32enne al volante dell’Opel Combo: i suoi due figli, una bimba di 5 anni e il fratellino di un anno più piccolo che viaggiavano sul furgone sono stati ricoverati al pronto soccorso pediatrico del Civile per accertamenti.

I soccorsi, i rilievi dell’incidente e la rimozione dei mezzi coinvolti si sono rivelati molto complessi. Sul posto anche i Vigili del Fuoco per la messa in sicurezza del tratto di strada rimasto chiuso alla circolazione per quasi due ore: poichè l'incidente avvenuto proprio in corrispondenza dello svincolo per Prevalle, il traffico è stato deviato sulle bretelle di accesso e uscita dalla Gardesana, riducendo gli inevitabili disagi.

Fulvio Pastorello è la quarta vittima in tre mesi sul segmento di 45 bis compreso fra la città e Prevalle. La striscia nera si era aperta domenica 21 maggio a Nuvolera: nello schianto fra la sua monovolume e una roulotte era morto Hoxha Xhevahir, 37enne albanese residente a Botticino. Il 5 giugno aveva perso la vita Tene Saliou, senegalese 46enne di Toscolano in un frontale tra la sua auto e un’autocisterna all'altezza di Mazzano. Il 3 agosto, in una carambola fra due auto e un camion fra Prevalle e Gavardo, era invece deceduta Maria Luisa Bogarelli, pediadra di 58 anni. C.R.PR.