Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
mercoledì, 18 ottobre 2017

Torna Del Bene e del Bello
Una vetrina per 43 paesi

Artogne, Breno e Losine sono partiti in anticipo, rispettivamente con la terza edizione di Art-Omnis, le mostre «La realtà dello sguardo», «La dama svelata» e il festival del vino «Scior del Torcol», anche se la 13esima edizione di «Del Bene e del bello» inizia oggi per proseguire per l’intero mese.

I numeri? Sono 43 i Comuni che mettono a disposizione dei visitatori i rispettivi tesori permettendo di spaziare tra le proposte archeologiche, artistiche, culturali, artigianali, musicali, storiche, naturalistiche e gastronomiche. Accanto ai tesori ci sono le manifestazioni, le iniziative collaterali e gli eventi suddivisi in grandi aree tematiche che il Distretto culturale ha messo in campo in collaborazione con enti e associazioni. «Maraèa (meraviglia) che festa!!!», che è l’archivio della memoria della valle, fra sabato 14 e venerdì 20 presenterà video, storie, suoni e immagini di persone cose e tradizioni, e al termine del ciclo di 5 date verrà rivisitato anche il «compianto» Funny film Festival degli anni ’80, la rassegna del cinema comico internazionale di Boario.

«Valle Camonica per tutti» è invece il nome che contraddistingue i progetti «Unesco. Un sito per tutti» e «A ciascuno il suo passo» che si stanno realizzando per rendere accessibili i parchi archeologici alle persone con disabilità. Un anno fa George Hornby, il viaggiatore inglese in carrozzina, visitò con la madre, la scrittrice Simonetta Agnello, il parco di Naquane e diede alcuni consigli per rendere fruibile a tutti l’immenso patrimonio d’arte rupestre. I prossimi 27 e 28 ottobre Horbny tornerà in valle e vedrà cosa è stato fatto.

In questo contesto si inseriscono anche i filoni «Cibo e territorio», la «Valle contemporanea» con le proposte di Aperto, Wall in art, Segno artigiano e Confronti ed esperienze su territorio che vedrà al centro un convegno nazionale (il 27 ottobre) sui modelli di gestione per lo sviluppo dei siti Unesco. L.RAN.