CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.04.2018

Capriolo è in viaggio sul treno dei desideri

I lvori lungo la ferrovia storica a Capriolo: la linea ha anche un futuroTreni  a Capriolo: l’obbiettivo è andare oltre il servizio turistico
I lvori lungo la ferrovia storica a Capriolo: la linea ha anche un futuroTreni a Capriolo: l’obbiettivo è andare oltre il servizio turistico

Giancarlo Chiari Capriolo sale sul treno turistico e sogna di allentare la morsa del traffico che stringe le strade del centro nei fine settimane estivi. La linea ferroviaria storica potrebbe dare ossigeno al tratto di 469 tra il casello della A4 di Palazzolo e Paratico. La soluzione è stata ventilata da un emissario di Trenord al sindaco Luigi Vezzoli in occasione della visita al passaggio a livello di via Niggeler che fino ad una decina di giorni fa ha ospitato il cantiere dell’azienda che si era aggiudicata i lavori per il rifacimento della ferrovia storica Palazzolo Paratico Sarnico. «IL 6 MAGGIO - conferma il primo cittadino -, il treno si fermerà a Capriolo, proprio dove c’era il cantiere intermedio dei lavori alla ferrovia. Un tempo all’attuale passaggio a livello c’era la stazione demolita mezzo secolo fa». Nel corso dei lavori, il Comune ha collaborato con la ferrovia per la sistemazione dei passaggi a livello su via Calepio e davanti alla Nk, dove il parcheggio è stato utilizzato come deposito di traversine e binari nuovi e vecchi che venivano caricati sui camion per essere smaltiti. Vezzoli ha chiesto alla Fondazione Fs e a Trenoblu di effettuare una fermata in occasione della stagione 2018 dei treni turistici per il lago: il convoglio a vapore collega Milano, Begamo, Palazzolo e Paratico. «Trenord prenderà in considerazione la possibilità di offrire un servizio regolare, per i pendolari, o magari solo nei fine settimana - afferma Vezzoli -. Per Capriolo sarebbe la soluzione di un problema serio in attesa della tangenziale, il cui progetto preliminare è stato approvato dalle provincie di Brescia e Bergamo». SE LA CORSA TRA PALAZZOLO e Paratico diventasse regolare, magari con treni meno costosi e più veloci come le littorine, «per Capriolo si alleggerirebbe il traffico che attraversa il paese le cui vie confluiscono quasi tutte proprio sulla 469, via IV novembre - osserva Vezzoli -. Mi auguro che l’investimento fatto i fine settimana possa ridurre il traffico e proporre una alternativa seria alle auto che possa far pensare concretamente a riportare il treno in attesa la tangenziale promessa da decenni». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1