Der Mast, il suono di Bruangel

Questione di feeling, potere di un incontro inatteso a Central Park. Con un clochard, anni fa durante un viaggio a New York, che le suggerì quello che sarebbe diventato il suo nome d’arte; oppure in treno, di ritorno da una triste audizione come ballerina, con uno sconosciuto poi rivelatosi un truccatore del Teatro alla Scala: «Il suono del canto ha qualcosa in più delle altre forme d’espressione artistica - mi disse -: può raggiungerti dappertutto, anche passare attraverso i muri». Ispirata proprio dal valore degli incontri, «perché anche quelli fugaci possono rivelarsi indimenticabili…a volte basta una frase», Brunella Angela Mazzola, in arte semplicemente Bruangel, ha tradotto in musica l'intensità del racconto autobiografico immergendosi in una nuova dimensione artistica senza limiti e senza confini: il risultato è «Rebirth Project», collezione temporanea di sei brani dei quali ha curato la composizione, l’interpretazione e gli arrangiamenti, che l’eclettica cantante bresciana (una laurea in jazz al conservatorio Marenzio e svariate esperienze internazionali) presenterà stasera sul palco dello spazio polifunzionale Der Mast di via Carducci, in città. Dal disco sono già stati estratti due singoli intitolati rispettivamente «Mud» e «Rebirth (I rescue my lifetime)» e altrettanti video, entrambi firmati dal regista Luca Coassin, direttore della fotografia di fama internazionale, recentemente sul set con Iggy Pop (sua anche la regia del clip di «Nassay» della superstar egiziana Sherine, che conta oltre 34 milioni di visualizzazioni); non meno interessanti le altre collaborazioni che impreziosiscono il lavoro: dalle registrazioni con l’ingegnere del suono Marti Jane Robertson, americana di stanza a Cagliari (con in curriculum lavori con Marcus Miller, Art Garfunkel, Steely Dan e due dischi d'oro), agli archi suonati dal Santa Giulia Strings Quartet, passando per Stefano Pisetta e Paolo Legramandi, «colonne portanti dei brani», e i solisti Fulvio Sigurtà, Antonio Lancini, Daniele Richiedei e Felice Cosmo, con la partecipazione della Cosmophonix Production. Il concerto inizia alle 21, ingresso 8 euro (www.dermast.art). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

E.ZUP.

Suggerimenti