Boateng lo spauracchio Brocchi: «Stiamo bene»

Kevin Prince Boateng: in Serie B nessuno crea occasioni quanto lui
Kevin Prince Boateng: in Serie B nessuno crea occasioni quanto lui

La squadra che prende sempre gol contro quella che ha collezionato, insieme alla Spal, più «clean sheet» di tutti (10). Basta questo a fare di Brescia-Monza una partita più per difese che per attacchi. Un’idea coerente con la retromarcia del presidente Cellino sugli obiettivi stagionali. L’assenza di Balotelli aiuta, ma è bene non sottovalutare chi sarà a disposizione di Cristian Brocchi. Il primo modo per uscire indenni dal confronto è applicarsi in una fase difensiva perfetta. Pressing, raddoppi, linee strette e corte sono le prime armi per cavarsela contro una squadra che riesce a far male quando sfrutta lo spazio tra le linee o alle spalle della difesa. Spal, Empoli, Vicenza, Pisa, Chievo, Pordenone, Reggiana, Pescara, Lecce e Cosenza, hanno prestato la giusta attenzione e hanno portato a casa punti. Chi non si è difeso con ordine, invece, è stato bastonato. Si va dai 2-0 presi da Frosinone, Venezia, Ascoli e Cremonese al 5-0 subito dall’Entella. Dopo un anno e mezzo passato costruire un’identità di gioco basata sul 4-3-1-2, senza avversari in Serie C ma con qualche difficoltà nell’avvio in B, Brocchi ha deciso di virare sul 4-3-3. Kevin Prince Boateng, impiegato su tutto il fronte d’attacco, con 27 occasioni create è il calciatore ad aver costruito più chance da rete nell’intero campionato. Per fermarlo servirà anche il ripiegamento di un interno. Occhio alle catene di destra e sinistra, con le triadi terzino-mezzala-attaccante esterno in grado di creare superiorità attraverso le triangolazioni. «LA SQUADRA sta bene, abbiamo fatto una buona settimana di lavoro dopo la delusione dell’ultima gara - ha dichiarato Brocchi -. Il Brescia è una squadra importante che ha avuto qualche difficoltà e ha venduto due pezzi pregiati come Torregrossa e Sabelli. Nonostante questo ha qualità ed è altamente competitivo, con giocatori che hanno fatto la A lo scorso anno e buone individualità. Tornare sarà piacevole. A Brescia ho vissuto momenti belli, anche se è finita male». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini