SERIE B

Brescia, Leris e Ayé ko
Ma è guarito Bisoli

Andirivieni continuo nell'infermeria biancazzurra in vista della trasferta di Perugia. Il capitano ha ripreso a lavorare in gruppo: a disposizione per sabato. Nuovi guai per i 2 francesi. Mangraviti in pole per rilevare Chancellor
Dimitri Bisoli, 27 anni: il centrocampista del Brescia si era infortunato nella trasferta di Ascoli Piceno FOTOLIVERiad Bajic, 27 anni: ha siglato 3 golMassimiliano Mangraviti, 23 anni
Dimitri Bisoli, 27 anni: il centrocampista del Brescia si era infortunato nella trasferta di Ascoli Piceno FOTOLIVERiad Bajic, 27 anni: ha siglato 3 golMassimiliano Mangraviti, 23 anni
Dimitri Bisoli, 27 anni: il centrocampista del Brescia si era infortunato nella trasferta di Ascoli Piceno FOTOLIVERiad Bajic, 27 anni: ha siglato 3 golMassimiliano Mangraviti, 23 anni
Dimitri Bisoli, 27 anni: il centrocampista del Brescia si era infortunato nella trasferta di Ascoli Piceno FOTOLIVERiad Bajic, 27 anni: ha siglato 3 golMassimiliano Mangraviti, 23 anni

Per il Brescia si avvicina il momento di tornare in campo. L’obiettivo: riprendere la retta via dopo il passo falso casalingo contro il Como. La pausa per gli impegni delle nazionali è servita ad Inzaghi per lavorare sulla fase difensiva, tallone d’Achille di questo inizio di stagione, ma non è servita del tutto a recuperare gli infortunati. Sabato pomeriggio contro il Perugia Inzaghi dovrà rinunciare ancora a Mehdì Leris. Il centrocampista francese non ha ancora smaltito il problema fisico accusato dopo un’ora di gioco nella vittoriosa trasferta di Ascoli. L’ex sampdoriano prosegue le terapie nella speranza di rientrare in gruppo quanto prima. Sul pullman che venerdì pomeriggio partirà per il ritiro in Umbria difficilmente troverà posto anche Florian Ayè, di nuovo costretto a fermarsi a causa di un risentimento muscolare. Un inizio di stagione da dimenticare per il bomber della scorsa stagione. Assente nelle prime settimane di campionato dopo l’operazione al menisco, Ayè è nuovamente costretto ad alzare bandiera bianca. La buona notizia è il recupero di Dimitri Bisoli. Già da inizio settimana il capitano biancazzurro si è aggregato al gruppo dimostrando di essersi lasciato alle spalle l’infortunio che lo aveva costretto a saltare l'impegno casalingo contro il Como. La gara contro il Perugia di sabato (inizio fissato per le 16.15) riaccenderà i riflettori sul campionato dei biacazzurri, terzi in classifica con 14 punti. L’ottava giornata del torneo cadetto porterà il Brescia a sfidare una squadra, quella allenata da Fabio Caserta, ancora alla ricerca della prima vittoria in casa. Sono solo 2 successi in stagione, entrambi colti lontano dal «Renato Curi». Per Inzaghi e per il Brescia la partita contro il Perugia rappresenta l’ennesimo esame da superare. Per farlo l'allenatore punterà sulla presenza in difesa di Mangraviti in luogo dell’assente Chancellor. I nazionali. Il difensore venezuelano non tornerà in tempo dal Sudamerica dopo gli impegni con la Nazionale venezuelana sconfitta per 3-1 dal Brasile e vittoriosa per 2-1 contro l'Ecuador. Per Chancellor un totale di 50 minuti in campo. Assente anche Karacic per squalifica. Il terzino ha intanto disputato 90 minuti nel ko della sua Australia contro il Giappone (1-2). Mangraviti ha di fatto già vinto il ballottaggio con Papetti per schierarsi al fianco di Cistana. A completare il pacchetto arretrato sugli esterni agiranno Pajac a sinistra e Mateju a destra. Il laterale ceco ha fatto ritorno ieri a Brescia dopo aver disputato entrambe le gare di qualificazione mondiale. Per lui 180 minuti di buona fattura da terzino destro con la Repubblica Ceca. Atteso oggi il rientro di Jesse Joronen in panchina in entrambe le gare della Finlandia. L’assenza di Leris potrebbe dare a Bisoli una nuova chance da titolare. Ma scalpitano anche Ndoj e Cavion in luce nel test di venerdì scorso contro la Primavera. A completare la mediana Inzaghi è pronto a confermare van de Looi in cabina di regia e Bertagnoli mezz'ala. In attacco le soluzioni non mancano. L’idea pronta a prendere corpo è il rilancio dal primo minuto diBajic. Jagiello, Palacio, Moreo e Tramoni si giocano le restanti 2 maglie. Inzaghi ha 3 giorni per decidere Oggi nuove valutazioni nell'allenamento al mattino a Torbole Casaglia. •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Pettenò

Suggerimenti