Dagli albori alla scomparsa nel corso degli anni ’70

Anni ’20-’30. Il Brescia in America nel 1928.Anni ’50. L’attaccante Chico Nova: la maglia è senza «V»Anni ’60. Gigi De Paoli con la divisa più tradizione e bella.Anni ’70. Sulla divisa di Salvi solo la leonessa, niente «V»
Anni ’20-’30. Il Brescia in America nel 1928.Anni ’50. L’attaccante Chico Nova: la maglia è senza «V»Anni ’60. Gigi De Paoli con la divisa più tradizione e bella.Anni ’70. Sulla divisa di Salvi solo la leonessa, niente «V»
Anni ’20-’30. Il Brescia in America nel 1928.Anni ’50. L’attaccante Chico Nova: la maglia è senza «V»Anni ’60. Gigi De Paoli con la divisa più tradizione e bella.Anni ’70. Sulla divisa di Salvi solo la leonessa, niente «V»
Anni ’20-’30. Il Brescia in America nel 1928.Anni ’50. L’attaccante Chico Nova: la maglia è senza «V»Anni ’60. Gigi De Paoli con la divisa più tradizione e bella.Anni ’70. Sulla divisa di Salvi solo la leonessa, niente «V»

Il Brescia e le sue maglie: una storia che dura da più di un secolo, dal 1911, anno di fondazione della società. La «V» bianca è qualcosa di più della tradizione: è la storia, è la maglia stessa.