Csc Roncadelle, la carica dei 200 iscritti

L’inizio del 2022 è stato accompagnato da significative novità per il Csc Roncadelle, una realtà che da oltre quarant’anni (la fondazione risale al 1981) sta scrivendo belle pagine nel pattinaggio artistico. Con più di 200 iscritti, la società ha salutato l’approdo alla presidenza di Giuliana Formenti ed è entrata a far parte della grande famiglia dell’Aics. Due tessere che si incastrano alla perfezione nel puzzle che punta a valorizzare la bella tradizione costruita in tutti questi anni e, nello stesso tempo, a preparare sempre nuovi obiettivi ai quali affidare il compito di riempire di soddisfazioni il futuro. Un discorso fatto di passione e voglia di fare nel quale, appunto, il pattinaggio artistico, in tutte le sue discipline (dal singolo al solo dance, dalla coppia ai gruppi spettacolo) è un punto di riferimento fondamentale, lo strumento che aiuta a crescere al meglio le nuove generazioni, ma è pure l’impegnativo percorso che può formare i campioni che andranno ad aggiungersi ai nomi illustri che in tutti questi anni hanno permesso al Csc Roncadelle di raccogliere tanti successi. Una vera e propria scuola di pattinaggio artistico che può affiancare alla sede principale anche l’attività che ha preso corpo al PalaGeorge di Montichiari, dove si dedica un occhio di riguardo al corso di avviamento al pattinaggio denominato «primi passi» e che offre ai partecipanti la possibilità di provare gratuitamente le lezioni e il servizio di noleggio dei pattini. Questa non è che la fertile base con la quale la società di Roncadelle, che ogni anno si distingue per l’abilità organizzativa con la quale presenta un classico come il Memorial Marzia Mazzucchelli», conta di far fruttare la capacità e la competenza del suo staff di tecnici qualificati (composto da Silvio Trevisan, Paola Perani, Camilla Polini, Chiara Lancini, Martina Murru, Elisa Lancini ed Irene Borella) per ampliare il gruppo degli agonisti. Una formazione compatta, che si allena con impegno.