La 500 Miglia Touring, spettacolo a 4 ruote

In corso Zanardelli ieri pomeriggio  l’arrivo delle vetture che hanno partecipato alla 500 Miglia Touring
In corso Zanardelli ieri pomeriggio l’arrivo delle vetture che hanno partecipato alla 500 Miglia Touring
In corso Zanardelli ieri pomeriggio  l’arrivo delle vetture che hanno partecipato alla 500 Miglia Touring
In corso Zanardelli ieri pomeriggio l’arrivo delle vetture che hanno partecipato alla 500 Miglia Touring

La 500 Miglia Touring ha incoronato ancora una volta la coppia bresciana formata da Vincenzo e Paolo Bricchetti, padre e figlio, che hanno portato a casa il miglior risultato in assoluto nelle verifiche che uniscono le prove a cronometro con i test di cultura generale e curiosità del territorio. La gara, giunta all’edizione numero 23, partita da Brescia venerdì con tappe a Cremona e Piacenza fino a Rapallo per poi proseguire sabato da Rapallo a Casale Monferrato fino a Stresa, ieri ha visto la partenza dallo splendido centro sul lago Maggiore, e ha percorso le vie del Piemonte e della Lombardia fino a Monza dove c’è stata la prima sosta nella suggestiva cornice della Villa Reale; poi il passaggio a Cassano d’Adda e quindi il rientro verso la città dove nel tardo pomeriggio sono giunte le auto. Il traguardo è stato posto in corso Zanardelli dove, sotto qualche goccia di pioggia, le auto sono state applaudite da due ali di folla, affascinate dalla colorata carovana delle vetture. Alle spalle di Paolo e Vincenzo Bricchetti, che hanno guidato la loro Porsche 996 4S cabrio del 2004 si è piazzata un’altra coppia bresciana, quella composta da Alessandra Stefanetto e Michela Gambarotto a bordo di un’Alfa Romeo Duetto Spider del 1980; terzo posto invece per Gianni Sassella e Carmen Mauri su una Jaguar XK150 del 1958. Grande la soddisfazione da parte degli organizzatori che al termine hanno consegnato delle targhe di riconoscimento agli sponsor e a tutti colori che hanno collaborato, tra cui il Comune di Brescia – per il quale era presente l’assessore Alessandro Cantoni -, la Polizia Locale di Brescia e la Polizia Stradale di Brescia. •. R.Cr. © RIPRODUZIONE RISERVATA