Ma la scena è tutta per Elena «Sei una donna speciale»

Elena Fanchini saluta il pubblico: con lei la sorella SabrinaJohanna Schnarf, Julia Mancuso vestita da Wonder Woman, Nadia ed Elena Fanchini al traguardo
Elena Fanchini saluta il pubblico: con lei la sorella SabrinaJohanna Schnarf, Julia Mancuso vestita da Wonder Woman, Nadia ed Elena Fanchini al traguardo
Elena Fanchini saluta il pubblico: con lei la sorella SabrinaJohanna Schnarf, Julia Mancuso vestita da Wonder Woman, Nadia ed Elena Fanchini al traguardo
Elena Fanchini saluta il pubblico: con lei la sorella SabrinaJohanna Schnarf, Julia Mancuso vestita da Wonder Woman, Nadia ed Elena Fanchini al traguardo

CORTINA D’AMPEZZO (Belluno) La mattinata a Cortina D’Ampezzo è mozzafiato: ci sono il sole e il solito sfarzo che abbracciano il circo bianco. Le emozioni si rincorrono. Dopo la ricognizione, le atlete arrivano nella zona della seggiovia e allungano lo sguardo nel parterre. Elena Fanchini arriva presto insieme alla sorella Sabrina, a mamma Giusy, a papà Sandro, l’amato Denis e a Stefano, fidanzato di Sabrina. La scena è tutta per Elly: le televisioni e i media se la contendono. Sorridente e disponibile ringrazia tutti e rinnova l’appuntamento per la prossima stagione. Il pubblico la reclama e lei saluta con un sorriso da urlo. Il presidente della Federsci Flavio Roda l’abbraccia e la rincuora: «Sei una ragazza forte, saprai reagire anche stavolta. Ti aspettiamo». Kristian Ghedina, gloria locale, abbronzato da fare invidia a Carlo Conti le tende la mano e la saluta: «Siamo di fronte a una donna speciale. Pensa positivo e questo credo sia il modo migliore per esorcizzare la malattia». Daniela Merighetti, reduce dalla prova in pista, vittoriosa come Elena sull’Olympia, non riesce a nascondere la sua emozione: «Su questa neve mi sarei trovata a mio agio. È però bello essere qui a seguire questa straordinaria vicenda agonistica». Poi ha un pensiero per Elly: «Non le ho detto niente, l’ho abbracciata e lei ha capito». POI LA SCENA la pretendono a giusta ragione, le protagoniste di giornata. Nadia Fanchini, piuttosto corrucciata per il 17° posto, guarda avanti: «Non è questa la neve e la pista che prediligo ma conto di fare meglio nei prossimi due giorni. Ho commesso un paio di errori che mi sono costati alcuni decimi, altrimenti sarei entrata tra le prime 10. Non è il caso comunque di drammatizzare». Sofia Goggia è un inno alla gioia: si inchina, saluta il pubblico cui rivolge baci con la mano sul cuore: «Vincere in Italia è speciale. Ci tenevo a dimostrare il mio valore a Cortina. Chissà non sia di buon auspicio per i Giochi». Julia Mancuso, i cui nonni sono originari della Calabria, dispensa saluti, abbracci e baci a tutte le persone che incontra: «È stato bello concludere la carriera in questa meravigliosa località: ci tornerò». Oggi è un altro giorno. La seconda discesa libera inizierà alle 10. E Nadia Fanchini sogna una prova da big: è nelle sue corde. • A.MAS. © RIPRODUZIONE RISERVATA