Miracolo Virtus Lumezzane: «Adesso vogliamo la finale»

Joaquin Gamazo (di spalle) e Daniele Mastrangelo,  i primi 2 realizzatori della Serie C Gold che stanno trascinando la Virtus Lumezzane verso la finale dei play-offJoaquin Gamazo in azione: domenica contro Milanotre è stato grande protagonista con 26 punti e 15 rimbalzi
Joaquin Gamazo (di spalle) e Daniele Mastrangelo, i primi 2 realizzatori della Serie C Gold che stanno trascinando la Virtus Lumezzane verso la finale dei play-offJoaquin Gamazo in azione: domenica contro Milanotre è stato grande protagonista con 26 punti e 15 rimbalzi
Joaquin Gamazo (di spalle) e Daniele Mastrangelo,  i primi 2 realizzatori della Serie C Gold che stanno trascinando la Virtus Lumezzane verso la finale dei play-offJoaquin Gamazo in azione: domenica contro Milanotre è stato grande protagonista con 26 punti e 15 rimbalzi
Joaquin Gamazo (di spalle) e Daniele Mastrangelo, i primi 2 realizzatori della Serie C Gold che stanno trascinando la Virtus Lumezzane verso la finale dei play-offJoaquin Gamazo in azione: domenica contro Milanotre è stato grande protagonista con 26 punti e 15 rimbalzi

Cuore, carattere, cinismo. La Virtus Lumezzane domenica ha messo in campo le tre «C» per compiere quella che, dopo il primo tempo, era diventata un’autentica impresa. Milanotre infatti aveva messo alle corde la formazione valgobbina e sembrava aver messo una fetta di finale in tasca. Toccato il fondo però (-21 massimo svantaggio) e dopo un primo tempo chiuso con 52 punti subiti (e un -17 da recuperare) la squadra di coach Fabio Saputo ha ritrovato sé stessa e ha magicamente cambiato le carte in tavola, aggiudicandosi il primo punto di una serie che si annuncia molto equilibrata. «I nostri avversari sono stati bravissimi, mentre noi siamo partiti contratti - le parole del dirigente responsabile Oscar Becchetti -. Si vedeva che avevamo tutto da perdere, ma la squadra dopo la sofferenza del primo tempo ha reagito alla grande, con la ciliegina della presenza del pubblico che ha regalato ulteriori emozioni». Sicuramente un bellissimo spot per la pallacanestro questa gara-1 di semifinale play-off disputata domenica: «È stata una super partita e molto difficile, anche perché è stata di rincorsa per noi - spiega il pivot Joaquin Gamazo -. Non siamo entrati con la giusta energia, mentre Milanotre è stata subito molto intensa e con un’alta percentuale al tiro: merito dei nostri rivali ma anche errore nostro. Nel secondo tempo, però, siamo riusciti a mostrare un carattere e un’energia diversa che ci hanno consentito di produrre un gioco grande e vincente». Ed è stato proprio l’argentino, con 26 punti e 15 rimbalzi, a risultare (ancora una volta) grande protagonista e uomo della rimonta: «Sono felice per il trionfo e per il carattere della squadra. Siamo tutti importanti dai più anziani ai più giovani, da chi gioca solo 5 minuti a chi rimane in campo per 35. La mia prestazione è anche merito della fiducia che i compagni ripongono in me». La Virtus Lumezzane ora vede la finale e il sogno della serie B avvicinarsi: già domani a Milano ci sarà la possibilità di guadagnare il pass per la finale. Non sarà facile, ma la squadra di coach Fabio Saputo ha uno stimolo in più per provare a raggiungerla, considerando che la finale (secca) verrà disputata sabato 26 in terra bresciana, a Chiari. E dunque, in questo caso, per Lume sarebbe un po’ come giocarla in casa. Ma prima c’è da archiviare la pratica Milanotre, che ha già dimostrato di essere un osso durissimo. «Gioca in modo intenso, dinamico e con un nucleo di giocatori insieme da anni - conclude Gamazo - Inoltre non si arrende mai, come già aveva dimostrato nella sfida precedente di play-off, contro Lissone. Ecco perché dobbiamo stare attenti e fare le cose nel miglior modo possibile, riducendo gli errori e non permettendo di correre e di avere secondi tiri». •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Canini

Suggerimenti