Per il running bresciano al via una nuova stagione

Nelle prossime settimane il calendario bresciano del running sarà più fitto e per tutti gli appassionati non saranno pochi gli appuntamenti nei quali mettersi in gioco
Nelle prossime settimane il calendario bresciano del running sarà più fitto e per tutti gli appassionati non saranno pochi gli appuntamenti nei quali mettersi in gioco
Nelle prossime settimane il calendario bresciano del running sarà più fitto e per tutti gli appassionati non saranno pochi gli appuntamenti nei quali mettersi in gioco
Nelle prossime settimane il calendario bresciano del running sarà più fitto e per tutti gli appassionati non saranno pochi gli appuntamenti nei quali mettersi in gioco

Riparte, o continua, la stagione del running provinciale. E prosegue proprio da Brescia, dove domenica andrà in scena l’attesissima prima edizione del Vertical trail funivia della Maddalena sulle pendici del monte cittadino e lungo un sentiero nuovo di zecca. Organizzato dal comitato bresciano del CSI, presieduto da Emiliano Scalfi, la scalata alla «Maddala» segnerà anche l’inizio di un nuovo periodo per le corse non stadia, cioè su strada, montagna e campestri. La Fidal, infatti, ha aggiornato il protocollo anti-Covid, chiedendo il Green pass ai runner, ma allargando a 2.000 il numero di atleti che possono partire nella stessa «onda» di una gara. Restano valide tutte le altre norme che limitano il diffondersi della pandemia, ma è chiaro che pure gli enti di promozione sportiva possono adesso organizzare con più tranquillità le proprie manifestazioni. Come CorrixBrescia, che tra un mese tornerà in pista. Parola di Michela Putelli, la nuova presidente dell’associazione podistica cittadina: «Il 14 ottobre ripartiamo all’insegna dell’ottimismo e del nostro consueto spirito amatoriale - spiega - poi continueremo la nostra attività ogni giovedì sera». L’evento, patrocinato dalla Loggia, porterà nuovamente nel centro storico della Leonessa i runner e i camminatori: «CorrixBrescia è cresciuta ogni anno - ricorda Putelli - ma stavolta abbiamo dovuto fissare a 700 il numero massimo di posti disponibili per l’abbonamento annuale». Per iscriversi, solamente online, sarà inoltre necessario possedere il Green pass: «Una decisione condivisa con i miei collaboratori - sottolinea la presidente -. Rispetteremo rigidamente il protocollo anti-Covid, ma vogliamo poco alla volta tornare alla normalità». Intanto ripartiranno i gruppetti di podisti e camminatori, suddivisi per velocità. Al via anche i settori trail e urban trail, tra colle Cidneo e Maddalena, mentre il sogno della Putelli è fondare la «primavera» di Corri x Brescia, ossia un gruppo riservato agli under 21. Anche AICS, reduce dalla Lake run sul Sebino, è pronta per tornare a correre: «C’è grande voglia da parte dei tanti appassionati e noi intendiamo assecondarli», assicura il presidente del comitato bresciano, Antonio Parente. Le prime date ufficiali? Il primo novembre toccherà alla «Di corsa in Maddalena», la classica cronoscalata sull’asfalto che sale dalla città alla vetta della montagna, mentre il 14 novembre sarà il turno della «Brescianina in collina», che per l’occasione partirà dalla pista di Sanpolino e percorrerà un giro di 8 km attraverso il Parco delle cave. Altri eventi in via di definizione da parte di AICS sono la Corritalia a ottobre, l’apprezzata Metrorun e, a dicembre, la corsa dei babbi Natale e la Corsa della Stella il giorno di santo Stefano. Proseguono poi anche gli appuntamenti dell’Hinterland gardesano. Il sodalizio del presidente Costantino Felter è reduce da una StraLeno oltre le aspettative con più di 500 iscritti e punta dritto alle prossime domeniche con le manifestazioni ludico-motorie senza classifiche: «Abbiamo già preparato il calendario 2022 e siamo convinti di poter tornare presto a gareggiare - conferma Felter -. Intanto il prossimo obiettivo è allestire le partenze di gruppo per i bambini con la premiazione».•.

Luca Regonaschi

Suggerimenti