LA RICERCA

Sostenibilità e profitto, le sfide complementari per le aziende

Si rafforza l'attenzione delle imprese per le attività meno impattanti, sui temi sociali, dell'inclusività e dei diritti al benessere sul lavoro
A Torino, nella sede di Eataly Lingotto, è stata presentata la ricerca internazionale sulla sostenibilità della bresciana Kiki Lab, società del gruppo Promotica FOTO FABIO FISTAROL SU UNSPLASH
A Torino, nella sede di Eataly Lingotto, è stata presentata la ricerca internazionale sulla sostenibilità della bresciana Kiki Lab, società del gruppo Promotica FOTO FABIO FISTAROL SU UNSPLASH
A Torino, nella sede di Eataly Lingotto, è stata presentata la ricerca internazionale sulla sostenibilità della bresciana Kiki Lab, società del gruppo Promotica FOTO FABIO FISTAROL SU UNSPLASH
A Torino, nella sede di Eataly Lingotto, è stata presentata la ricerca internazionale sulla sostenibilità della bresciana Kiki Lab, società del gruppo Promotica FOTO FABIO FISTAROL SU UNSPLASH

L'evento «Ki-Life, Brand e Retail per un futuro presente sostenibile», organizzato da Kiki Lab-Ebeltoft Italy - società del gruppo che fa riferimento alla Promotica spa di Desenzano del Garda -, nella sede di Torino di Eataly Lingotto, ha offerto l'occasione per presentare la nuova ricerca mondiale sulla sostenibilità realizzata con il consorzio Ebeltoft Group. Moderata da Cristina Lazzati, direttore Mark Up e Gdoweek, l'iniziativa ha registrato le testimonianze di esponenti di Whirlpool, Timberland, Brico io, Promotica, Ikea, NaturaSì, Fiat, Cooperativa di Cortina, Franke Home Solutions, Nova Coop e Aboca - Apoteca Natura. A presentare la ricerca su Retailer, Brand e sostenibilità sociale e ambientale, con l'analisi delle tendenze e di 50 casi di 12 settori, emersi da 15 Paesi, è stato Fabrizio Valente, fondatore e amministratore di Kiki Lab-Ebeltoft Italy, con quartier generale a Brescia Due. Kiki Lab è l'unico membro italiano di Ebeltoft Group, nato nel 1990, composto da 18 società specializzate nel retail che forniscono consulenze e servizi a supporto della competitività e dello sviluppo dei retailer. Dai lavori è emerso che, accanto a molte iniziative non impattanti annunciate e di Greenwashing (strategie di comunicazione tese a valorizzare la reputazione ambientale dell'impresa senza che in realtà vi sia un effettivo impegno per migliore i processi produttivi e i prodotti o servizi realizzati), sta crescendo la concreta applicazione della sostenibilità. Interessante la chiave di lettura offerta da Oscar Farinetti, fondatore di Eataly e di Green Pea, esperienza totalmente legata alla sostenibilità, proprio sul significato di questo concetto. «Credo ci sia molta confusione sulla sostenibilità - ha detto l'imprenditore - che dovremmo vedere come un pezzo di un progetto più ampio, inteso come il rispetto». Farinetti, nell'occasione, ha spiegato la filosofia che ha portato alla nascita di Gren Pea, il «pisello verde», sferico come la terra, aperto all'insegna dell'affermazione «From duty to beauty», tradotto da Farinetti in «per indirizzare definitivamente il modo di porci con l'ambiente verso il giusto, dobbiamo spostare il valore del rispetto dal senso del dovere a quello del piacere». La sostenibilità - ha detto Fabrizio Valente commentando lo studio - «è un tema entrato prepotentemente nelle agende di molte aziende. Numerosi studi e vari casi, analizzati nella nostra ricerca mondiale, mostrano che è possibile sviluppare in modo integrato sulle tre P della sostenibilità: Pianeta, Persone, Profitto. Oggi si è diffusa la consapevolezza che profitto e sostenibilità non sono incompatibili, ma invece complementari. E la sostenibilità, partita dal focus sull'ambiente, non può non includere anche le persone e tutti i temi legati ai valori sociali, a cui è sempre più collegata: l'inclusività, le comunità, i territori, i diritti al benessere sul lavoro, anche per le condizioni garantite dai fornitori ai propri collaboratori». L'analisi della società bresciana ha approfondito casi aziendali che si sono segnalati per le politiche di sostenibilità, adottate integrando aspetti ambientali e sociali. Ne è nata una suddivisione in quattro tipi di realtà, in funzione della vision e dei livelli evolutivi: pioniere, sono le aziende che hanno fissato dall'inizio obiettivi forti in chiave sostenibilità; nate con un focus, cioè le imprese costituite in tempi più recenti con un focus più specifico; leader della trasformazione, le aziende che hanno fatto diventare la sostenibilità un elemento strategico ed essendo leader stanno cambiando le regole del gioco nel proprio settore; identità in evoluzione, società che hanno iniziato con decisione nuovi percorsi verso la sostenibilità e rappresentano un modello di riferimento per numerose aziende che stanno iniziando ad avvicinarsi al tema. Tra le varie testimonianze ascoltate a Torino anche quelle di Eligio Catarinella, country manager Italia Fiat & Abarth. «Stiamo investendo in modelli di auto ibridi ed elettrici sempre più moderni, lavorando in concreto alla transizione ecologica. Con la Fiat Nuova 500 proponiamo un modello, un simbolo dell'elettrificazione. Il mercato ci sta premiando e la nostra icona è già la vettura più venduta in Italia tra le elettriche», ha detto. Paolo Lioy, amministratore delegato di Whirlpool Italia ha spiegato che «"Whirlpool Corporation vede nella sostenibilità un valore fondante, insito da sempre nel suo Dna. Oggi l'obiettivo di 'zero rifiuti in discarica' è già stato raggiunto in 25 dei nostri 35 siti produttivi. Gli elettrodomestici Whirlpool sono progettati per consentire il riciclo del 90% dei materiali usati. Il consumo di acqua nei processi di produzione, dal 2017 a oggi, è stato ridotto del 40%». Giorgio D'Aprile, marketing director Timberland Emea (Europe and Middle East & Africa), ha approfondito i progetti di Timberland, che entro il 2030 punta a una produzione «net positive»: Timberland «promuove un futuro più verde e migliore - ha rimarcato -, puntando su innovazioni di prodotto eco sostenibili, coinvolgimento delle comunità e progetti di greening».. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Adriano Baffelli