il disastro di casamicciola

Frana di Ischia, recuperati i corpi di altri tre dispersi. Sono undici le vittime: i nomi

Una persona risulta ancora dispersa
Ancora fango nel paese colpito dalla frana
Ancora fango nel paese colpito dalla frana
Frana a Casamicciola, il sorvolo dei vigili del fuoco sulle zone colpite

Giovedì 1 dicembre

Sono undici le vittime accertate della frana di sabato scorso a Ischia. Non si hanno ancora notizie dell’ultimo dei dispersi della frana, Mariateresa Arcamone, per la quale continuano le ricerche. In mattinata sono stati individuati nella zona di via Celario, a Casamicciola, i corpi di Gianluca Monti, 37 anni, e di Salvatore Impagliazzo, che dopodomani avrebbe compiuto 32 anni.

Impagliazzo era il compagno di Eleonora Sirabella, la prima vittima accertata della frana. Monti era il papà dei tre bambini morti sotto il fango e già estratti dalle macerie.

Nel pomeriggio è stato invece recuperato il corpo di Valentina Castagna, 37 anni, moglie di Gianluca Monti e mamma di Michele, Francesco e Mariateresa. L’intera famiglia, vittima della frana, è stata dunque recuperata e tutte e cinque le salme sono ora custodite presso la sala mortuaria dell’ospedale Rizzoli.

Dove sono stati trovati i corpi

Impagliazzo è stato trovato in via Santa Barbara, in una casa abbandonata dopo il terremoto del 2017, molto distante da quella in cui viveva con Eleonora. I soccorritori lo hanno rintracciato per una intuizione, a ben 300 metri dal luogo in cui si pensava potesse essere, scaraventato verso valle dalla furia del fiume di fango, massi e detriti che partita dalla sommità dell'Epomeo si è ingrossato strada facendo ed ha travolto tutto quello che incontrato sul suo cammino, cancellando di fatto la casa in cui Salvatore ed Eleonora vivevano in questi mesi. Anche l'altro disperso non era dove si pensava fosse: Gianluca Monti, il tassista penultimo componente della famiglia di cinque persone cancellata dalla frana, è stato individuato in un'area che si ritiene sia il giardino della sua casa ma che il fango ha resto impossibile da mappare con certezza. Il corpo di Valentina Castagna è stato recuperato in via Santa Barbara, a Casamicciola, grazie ai cani molecolari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

I nomi delle undici vittime

Le vittime accertate della frana a Casamicciola sono: Eleonora Sirabella, 31 anni e il compagno Salvatore Impigliazzo, 31; Gianluca Monti e la moglie Valentina Castagna, entrambi 37 anni, e i loro tre figli: Michele di 15 anni, Francesco di 11 anni e Maria Teresa di 6 anni. Tra le vittime anche la famiglia composta da Maurizio Scotto di Minico, 32 anni, Giovanna Mazzella, 30 anni, e GiovanGiuseppe Scotto Di Minico di appena 21 giorni. Ritrovato anche il corpo di Nikolinka Gancheva Blangova, di nazionalità bulgara, 58enne.

 

ORE 14. IDENTIFICATE LE DUE VITTIME

I due cadaveri recuperati stamane a Casamicciola sono stati identificati: si tratta, come era stato ipotizzato, dei corpi di Gianluca Monti, 37 anni, e di Salvatore Impagliazzo, che dopodomani avrebbe compiuto 32 anni. Impagliazzo era il compagno di Eleonora Sirabella, la prima vittima accertata della frana. Monti era il papà dei tre bambini morti sotto il fango e già estratti dalle macerie.

Impagliazzo è stato trovato in via Santa Barbara, in una casa abbandonata dopo il terremoto del 2017, molto distante da quella in cui viveva con Eleonora. I soccorritori lo hanno rintracciato per una intuizione, a ben 300 metri dal luogo in cui si pensava potesse essere, scaraventato verso valle dalla furia del fiume di fango, massi e detriti che partita dalla sommità dell'Epomeo si è ingrossato strada facendo ed ha travolto tutto quello che incontrato sul suo cammino, cancellando di fatto la casa in cui Salvatore ed Eleonora vivevano in questi mesi.

Anche l'altro disperso non era dove si pensava fosse: Gianluca Monti, il tassista penultimo componente della famiglia di cinque persone cancellata dalla frana, è stato individuato in un'area che si ritiene sia il giardino della sua casa ma che il fango ha resto impossibile da mappare con certezza. Con i ritrovamenti di stamane sale a dieci vittime il bilancio ufficiale della tragedia, con due persone ancora disperse

 

ORE 12. INDIVIDUATI ALTRI DUE CORPI

Sono state individuate nella zona di via Celario le salme di due degli ultimi quattro dispersi della frana di Casamicciola. Uno dei corpi potrebbe essere quello di Gianluca Monti. L'altro corpo si ipotizza che, in base alla posizione, possa essere quello di Salvatore Impagliazzo, compagno di Eleonora Sirabella la prima vittima accertata della frana.

Sale così a dieci il bilancio ufficiale delle vittime, con due persone ancora disperse.

 

Martedì 29 novembre

Continuano, senza sosta, le operazioni di soccorso sull’isola di Ischia dopo la frana avvenuta all’alba del 26 novembre. Si cercano ancora 4 persone disperse. Ma è corsa contro il tempo. Si cerca di fare in fretta. Il timore è che la pioggia, annunciata tra oggi e domani, renda ancora più complicate le operazioni di individuazione dei corpi.

Gli sfollati, circa 230 persone, sono tutti ospitati in strutture ricettive o autonome. Le abitazioni coinvolte nella frana sono circa 30. Otto le vittime.

Intanto la Procura di Napoli indaga sugli allarmi inascoltati lanciati dall’ingegnere Giuseppe Conte, ex sindaco di Casamicciola, il comune ischitano dove una frana all’alba di sabato scorso ha provocato distruzione e morti. Lo rendono noto organi di stampa. L’ex primo cittadino ha riferito di avere lanciato 4 giorni prima della tragedia, cioè il 22 novembre, delle pec alle autorità competenti (al prefetto di Napoli, al commissario prefettizio di Casamicciola, al sindaco Manfredi e alla Protezione Civile della Campania) per avvertirle dei rischi che correvano i cittadini di Casamicciola a causa delle abbondanti precipitazioni previste.

[[(article) Rischio frane in sei Comuni veronesi ]]

Lunedì 28 novembre

Sono 8 finora i corpi delle vittime della frana che ha devastato Casamicciola Terme a seguito dell’alluvione di sabato mattina recuperati dalle squadre di soccorritori. L'ottava vittima, il cui corpo è stato recuperato questa mattina, è un uomo di cui non si sa  l'identità. Ci sono ancora 4 dispersi.

Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Pichetto, sostiene che contro l’abusivismo edilizio «basterebbe mettere in galera il sindaco e tutti quelli che lasciano fare», perché «i sindaci non devono lasciare costruire». Il Cdm ha dichiarato lo stato d’emergenza e disposto un primo stanziamento da 2 milioni. Ancora allerta per il maltempo al Centro-sud.

Tra i morti un neonato e due bimbi. Sono 4 i feriti e 230 gli sfollati. Oggi e domani chiuse le scuole sull’isola. Oggi allerta gialla per il maltempo in Basilicata.

Leggi anche
«Quella piena di fango avrebbe potuto travolgere anche noi»

I nomi delle vittime

Le vittime accertate della frana a Casamicciola sono: Eleonora Sirabella, 31 anni; i fratelli Francesco Monti (classe 2011) e Maria Teresa Monti (2016) appartenenti al nucleo familiare di cui risultano ancora dispersi i genitori e un altro figlio. Tra le vittime anche la famiglia composta da Maurizio Scotto di Minico (classe 1990) Giovanna Mazzella (classe 1992) e GiovanGiuseppe Scotto Di Minico, che è il neonato di 22 giorni ritrovato dai vigili del fuoco. Ritrovato anche il corpo di Nikolinka Gancheva Blangova, di nazionalità bulgara, 58enne.

 

Casamicciola, le telefonate concitate al 112: "Siamo in trappola, ancora la frana"

 

ORE 17. CINQUE VITTIME RECUPERATE. È stata recuperata la salma di una quinta vittima della frana che ha colpito ieri, all'alba, il Comune di Casamicciola ad Ischia. È sempre nella zona di via Celario dove i soccorritori sono al lavoro e dove hanno estratto già due corpi.

Altre due vittime sono state individuate, nella stessa zona, ma non è stato ancora possibile liberarle dal fango. I cani molecolari hanno rintracciato probabilmente anche l'ottava vittima di cui adesso i soccorritori conoscono la posizione. Al momento i soccorritori non divulgano i nomi delle vittime anche perché per alcune di loro l'identità non è stata ancora annunciata. 

Tra le vittime accertate  anche un neonato di 21 giorni. Il corpicino del bimbo è stato recuperato all'interno di un'abitazione di soccorritori con non poche difficoltà ed attualmente si trova presso l'obitorio dell'ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno. Il piccolo è uno dei 5 già recuperati. C'anche una bimba di 5-6 anni. La piccola indossava una pigiamino rosa. Il suo corpo è stato trovato in una camera da letto, sotto un materasso, di una casa travolta dalla frana. Ieri, sotto un metro e mezzo di fango, era stato ritrovato il corpo di Eleonora Sirabella, di 31 anni. Al momento sono 8 i dispersi.  

Famiglia di tre persone intrappolata e tratta in salvo

E' stata tratta in salvo una famiglia di tre persone intrappolata da ieri mattina nella propria abitazione in zona Celario, colpita dall'alluvione di Casamicciola. I tre, tra cui una donna 90enne non in grado di deambulare, ed un'altra persona anziana sono stati raggiunti pochi minuti fa dalle squadre di soccorso che si sono fatti strada tra il fango ed i detriti e sono riuscite a portarle in una zona sicura più a valle. I tre al momento sono considerati in buone condizioni di salute e sono stati condotti da alcuni parenti. Questo nucleo familiare era già monitorato: i tre non facevano parte dei dispersi

Sono quattro o cinque i nuclei familiari che, a 36 ore dalla alluvione di Casamicciola, non sono stati ancora messi in sicurezza nonostante il lavoro dei soccorritori. Si tratta di circa 20 persone tra adulti e bambini, tutti localizzati in abitazioni di via Pera di Basso che ancora non dispongono di acqua corrente ed elettricità. I soccorritori stanno facendo arrivare un'autobotte per provare a fornire loro acqua ma è possibile che queste persone debbano restare ancora una notte nelle loro abitazioni.

 

ORE 15.  SALE A TRE IL BILANCIO DELLE VITTIME. Sono tre finora le vittime recuperate a Casamicciola. Dopo il corpo di Eleonora Sirabella, di 31 anni, sono stati trovati il cadavere di una donna (una donna bulgara di 58 anni, che si trovava sull’isola da pochi giorni) e quello di una bimba di 5-6 anni. La piccola vittima indossava una pigiamino rosa. I dispersi sono 9, quattro feriti e 167 gli sfollati, 15 le abitazioni coinvolte dalla frana. Proseguono le ricerche. Il Consiglio dei ministri, riunitosi in mattinata, ha dichiarato lo stato di emergenza e disposto un primo stanziamento di 2 milioni. Nel corso dell’Angelus di questa mattina il Papa ha espresso «vicinanza alla popolazione colpita da un’alluvione».

ORE 13.30. RECUPERATA LA SECONDA VITTIMA. Seconda vittima accertata della frana di Casamicciola, a Ischia. Si tratta di una bambina di 5 o 6 anni. Sull'isola si continua a scavare nel fango nella speranza di ritrovare le 10 persone che ancora mancano all'appello. Quattro i feriti, oltre 150 le persone evacuate. Concluso a Palazzo Chigi il Consiglio dei ministri: dichiarato lo stato di emergenza.

ORE 13. DICHIARATO LO STATO DI EMERGENZA. Intanto il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giorgia Meloni e del ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare Nello Musumeci, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi alluvionali e franosi verificatisi nel territorio dell’isola di Ischia (Napoli).

Per l’attuazione dei primi interventi urgenti, di soccorso e assistenza alla popolazione e di ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche, sono stati stanziati 2 milioni a valere sul Fondo per le emergenze nazionali. All’esito degli approfondimenti circa l’effettivo impatto degli eventi, saranno valutati gli ulteriori stanziamenti necessari per il completamento delle attività. L’ordinanza di Protezione civile, che seguirà alla dichiarazione dello stato di emergenza, conterrà anche la proroga degli adempimenti fiscali e contributivi fino a dicembre 2022, per i residenti a Ischia e per gli operatori economici dell’isola, mentre la proroga per il 2023 sarà disposta con norma di legge.

Aggiornamento ore 9

Ha un nome, Eleonora Sirabella, la prima vittima accertata nella frana di Ischia. Trentuno anni, commessa in un negozio sull’isola, viveva con il compagno che ancora risulta disperso, in una delle zone, quella del Rarone, più colpite dalla frana. Il suo corpo è stato ritrovato nei pressi di via Celaro, sotto un metro e mezzo di fango.

I soccorritori sono stati a lavoro tutta notte per cercare di ritrovare gli 11 dispersi. Le forze dell’ordine hanno invece proseguito le operazioni di sgombero dalle abitazioni dei circa 200 sfollati.

Lo stato di emergenza e l'allerta arancione

Alle 11 a Palazzo Chigi si terrà il Consiglio dei ministri per la dichiarazione dello stato di emergenza. Continua, intanto, il maltempo: oggi ancora allerta arancione in Campania. «Ci sarà tempo per capire come e perché si è verificata questa terribile tragedia. Ci sono persone travolte dal fango che non rispondono alle chiamate. A me preme sottolineare che tutto il personale dei Vigili del fuoco presente ad Ischia è intervenuto immediatamente e l’invio di ulteriori uomini e mezzi è stato tempestivo, nonostante le gravi difficoltà dovute al maltempo che ha reso tutto estremamente più complicato», ha dichiarato in un’intervista a La Stampa, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi.

Due intere famiglie disperse

Al momento gli undici dispersi della frana di Casamicciola sono due famiglie, una di cinque persone con un bimbo e un'altra di tre con un neonato, poi un uomo, una donna straniera e un'anziana. Quindi ci sono anche due famiglie con bimbi tra i dispersi della frana di Casamicciola.

Lo si apprende dallo staff amministrativo del Comune di Lacco Ameno. Le autorità locali fanno poi sapere che sono 164 al momento gli sfollati

Leggi anche
Frana di Ischia, recuperati i corpi di altri tre dispersi. Sono undici le vittime: i nomi

***

sabato 26 novembre 2022

ORE 14.50.  RECUPERATO UN CORPO. È una donna la prima vittima accertata della frana di Casamicciola. Il corpo è stato individuato e recuperato in piazza Maio, dove è stata travolta dal fango. Si tratta di una delle prime zone battute dai soccorritori. Lo riferiscono fonti delle forze dell’ordine. Non è ancora nota la sua identità. Sarebbero 12 i dispersi.

ORE 13. GIALLO SUI DECESSI. «Ci sono otto morti accertati per la frana di Ischia». Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini durante l’inaugurazione della metropolitana M4 a Milano. Ma pochi minuti dopo, Salvini viene smentito dal collega dell'Interno, Matteo Piantedosi, che dal Centro operativo nazionale dei Vigili del Fuoco per seguire in video conferenza con tutte le istituzioni impegnate le operazioni di soccorso per la frana a Casamicciola sostiene: «Al momento non ci sono morti accertati».

E precisa: «C’è qualche difficoltà nelle operazioni di soccorso, le condizioni climatiche sono ancora molto impegnative, ma stiamo mandando mezzi sia via mare che con il sorvolo aereo. È una situazione in evoluzione molto grave da seguire», ha aggiunto Piantedosi.

Frana a Casamicciola, il sorvolo dei vigili del fuoco sulle zone colpite

ORE 7. Questa mattina, intorno alle 5, a Casamicciola Terme, sull’isola d’ Ischia, si è originata una frana dalla parte alta di via Celario che ha raggiunto il lungomare in piazza Anna De Felice. Al momento sarebbero 13 i dispersi.

 Il commissario straordinario di Casamicciola Terme e i sindaci degli altri 5 comuni dell’isola d’ Ischia hanno emanato un’ordinanza collegiale diretta ai cittadini con la quale chiedono di non uscire dalle proprie abitazioni per non intralciare le operazioni di soccorso.

Decine di auto trascinate in mare

Tra le auto finite in mare e travolte dal fango a Casamicciola per l’alluvione di questa mattina ce ne sono quattro - secondo quanto si apprende - per le quali non si è potuto ancora accertare se vi fossero o meno persone a bordo.

La circolazione stradale, a Casamicciola, è bloccata per molte strade e i soccorsi faticano ad arrivare nei punti più colpiti dall’alluvione, in cui gli smottamenti hanno travolto alcune case dei cui occupanti al momento non si hanno notizie certe. Come per l’alluvione del 2009, una gran massa di acqua fango e detriti si è riversata verso il mare, travolgendo tutto quello che ha incontrato sul suo cammino; sono decine le auto trascinate dalla lava di fango che ha trovato il suo sbocco in piazzale Anna De Felice, intitolato alla ragazza che proprio in quella zona perse la vita travolta dal fango 13 anni addietro.

Le auto ed anche alcuni minibus parcheggiati sono finiti in mare ed attualmente il porto di Casamicciola è chiuso. Le zone più colpite dall’alluvione sono quelle di piazza Bagni, piazza Maio e Rarone: qui si registra il maggior numero di frane e visto che diverse case sono raggiungibili solo attraverso stradine strette ed impervie, i soccorritori non sono per il momento riusciti a controllarle tutte ed accertare la reale entità di danni alle persone oltre che alle abitazioni.

Un uomo di circa 60 anni è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Rizzoli di Ischia. È rimasto travolto da una frana in piazza Maio, una delle zone più colpite di Casamicciola. All’ospedale sono arrivate numerose richieste di sacchi per cadaveri dalle squadre dei soccorritori.

Frana a Casamicciola, numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Il parroco: «Sto provando a chiamare alcune persone disperse, nessuna risposta»

«Sto provando a chiamare alcune persone che risulterebbero disperse ma purtroppo al momento non ho ricevuto risposta». Così don Gino Ballirano, parroco della chiesa di Santa Maria Maddalena, a Casamicciola, interpellato dall’ANSA, racconta i momenti difficili che si vivono sull’isola dopo la frana di questa mattina. «Sto cercando di andare sul posto ma la strada sotto casa mia è bloccata da un muro di auto ed alberi». Don Gino spiega che la Diocesi di Ischia ha mobilitato la Caritas per la prima accoglienza.

Volontari da tutta la Campania e Protezione civile 

Tutte le forze dell’ordine ed i volontari disponibili sull’isola si sono recati nelle zone colpite del comune e stanno prestando soccorso Le squadre della Protezione civile regionale sono all’opera dall’alba di questa mattina sull’Isola di Ischia per supportare i soccorsi alla popolazione rimasta colpita dalle frane che hanno interessato Casamicciola e altri punti dell’isola.

Altri volontari, della Sma Campania e delle unità cinofile coordinati dalla Sala operativa regionale stanno arrivando da tutta la Campania dotate di mezzi di soccorso: pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata. Il Presidente De Luca e il direttore della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, partecipano al Centro Coordinamento Soccorsi convocato in Prefettura.

Collegamenti via mare interrotti

Al momento risultano interrotti i collegamenti via mare per Ischia da Napoli. Sono garantite solo le corse da Pozzuoli prioritariamente per le squadre di soccorso. Altri volontari sono stati inviati al centro Operativo Comunale istituito dal Commissario Prefettizio. L’Asl Napoli 2 ha immediatamente attivato l’elisoccorso.

Il precedente

Tredici anni fa una ragazza, Anna De Felice, morì proprio a Casamicciola a causa di un’alluvione che provocò una frana, partita dalla zona alta del comune per arrivare fino al mare. Anna De Felice, che stava per andare a scuola in auto, fu travolta dal fiume di fango mentre cercava di uscire dalla vettura per mettersi in salvo. Consistenti furono i danni alle abitazioni.

Meloni in contatto con Musumeci esprime solidarietà

Una nota del Governo riporta che la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il Ministro Musumeci, il Dipartimento della Protezione civile e la Regione Campania per seguire l’evoluzione dell’ondata di maltempo che ha colpito Ischia. «Il Governo esprime vicinanza ai cittadini, ai Sindaci dei comuni dell’isola d’Ischia e ringrazia i soccorritori impegnati nella ricerca dei dispersi».