VERSO IL COLLE

Quirinale, i tre grandi elettori lombardi da Lega e 5 Stelle

I 3 eletti Alessandro Fermi, Attilio  Fontana e Dario Violi dopo la seduta consiglio regionale e elezione grandi elettori per votazioni presidente della repubblica, 11 Gennaio 2022 ANSA/MATTEO CORNER
I 3 eletti Alessandro Fermi, Attilio Fontana e Dario Violi dopo la seduta consiglio regionale e elezione grandi elettori per votazioni presidente della repubblica, 11 Gennaio 2022 ANSA/MATTEO CORNER
I 3 eletti Alessandro Fermi, Attilio  Fontana e Dario Violi dopo la seduta consiglio regionale e elezione grandi elettori per votazioni presidente della repubblica, 11 Gennaio 2022 ANSA/MATTEO CORNER
I 3 eletti Alessandro Fermi, Attilio Fontana e Dario Violi dopo la seduta consiglio regionale e elezione grandi elettori per votazioni presidente della repubblica, 11 Gennaio 2022 ANSA/MATTEO CORNER

Il governatore Attilio Fontana, il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e il consigliere M5S Dario Violi sono i "grandi elettori" scelti dalla Lombardia per partecipare alla votazione del prossimo Presidente della Repubblica, dal 24 gennaio. Sono stati votati questa mattina dal Consiglio regionale, a scrutinio segreto.
Fontana e Fermi, entrambi della Lega, hanno ricevuto rispettivamente 47 e 31 preferenze. A rappresentare la minoranza, a sorpresa, sarà invece l’esponente dei 5 Stelle Dario Violi che ha ottenuto 22 preferenze, 5 in più del capogruppo del Pd Fabio Pizzul, fermatosi a 17. Su 2 schede è stato riportato il nome di Salvatore Borsellino: una sola scheda bianca. Il voto è avvenuto a scrutinio segreto utilizzando un’apposita cabina. Ogni Consigliere regionale poteva esprimere al massimo due preferenze.
«Sul fatto che sia stato scelto Violi e non Pizzul non posso dire nient’altro che l’aula è sovrana e queste sono state le sue scelte. Senza dimenticare che entrambi avrebbero potuto essere due persone che avrebbero meritato di essere rappresentanti di quest’aula». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.