L'ARRESTO

Chiede 1.200 euro
per non diffondere
immagini "hot"

I genitori della vittima 14enne hanno denunciato il giovane
Immagini intime su un cellulare
Immagini intime su un cellulare

La polizia di Stato di Brescia ha arrestato un 21enne   responsabile di estorsione nei confronti dei genitori di una ragazza adolescente di 14 anni. L’attività investigativa è nata a seguito della denuncia da parte dei genitori della minore, costretti a pagare 1.200 euro in contanti per impedire la divulgazione di alcune immagini intime della figlia  che il giovane, nel breve periodo di frequentazione con la ragazza, sarebbe riuscito ad ottenere. La coppia ha denunciato anche che il ragazzo, in cambio della distruzione delle fotografie, avrebbe chiesto all’adolescente di compiere atti sessuali. Dopo aver pagato quanto richiesto, l’estorsione era proseguita con l’ulteriore richiesta di 5.000 euro. I genitori, esasperati, hanno allora chiesto aiuto alla Polizia Postale di Brescia. Concordate le modalità con cui chiedere l’appuntamento per l’effettuazione dello scambio, è scattata l’operazione di arresto in flagranza. Nel corso della perquisizione personale è stato sequestrato anche lo smartphone in uso al ragazzo, nel quale è stata rivenuta la presenza di diverse immagini di natura pedopornografica.