Esce a piedi e sparisce. Angoscia per Claudia

Attivata la macchina dei soccorsi a MuscolineClaudia Goffi
Attivata la macchina dei soccorsi a MuscolineClaudia Goffi
Attivata la macchina dei soccorsi a MuscolineClaudia Goffi
Attivata la macchina dei soccorsi a MuscolineClaudia Goffi

Ora di angoscia a Muscoline per la scomparsa di Claudia Goffi, classe 1958, che sarebbe uscita di casa a piedi domenica pomeriggio, senza cellulare: l’ultimo avvistamento risalirebbe alle 16, confermato da un testimone. Il figlio l’ha chiamata più e più volte, senza successo: preoccupato ha raggiunto l’abitazione della madre a Moniga del Bosco, e non trovandola ha dato l’allarme. Le prime ricerche già domenica sera, a cura dei Carabinieri, proseguite poi anche ieri mattina: la Polizia locale nel frattempo ha analizzato le telecamere di videosorveglianza della piazza, ma senza trovare riscontro. E così in serata, dopo una lunga serie di riunioni lampo, è stato allestito il campo base al municipio, e sono partite subito le ricerche ad ampio raggio coinvolgendo i volontari della Protezione civile: già in queste ore dovrebbe attivarsi anche la Protezione civile provinciale, con il coordinamento della Prefettura; tre cani molecolari partiti da tre zone differenti sono andati tutti nello stesso punto, un mezzo ai campi sotto al castello, ma senza ritrovarla. A Muscoline tutto il paese è con il fiato sospeso per la signora che ha un’altra casa a Rampeniga di Gavardo: anche questa è stata ispezionata, ma senza successo. I carabinieri hanno passato al setaccio canali e fossi, oltre alla centralina elettrica sul fiume: della donna nessuna traccia. L’appello è stato rilanciato anche dal Comune, sui canali istituzionali, ed è rimbalzato in lungo e in largo anche sul web e sui social. L’ultima volta che è stata vista, fa sapere il Comune, indossava una t-shirt grigia e pantaloni lunghi scuri: chiunque dovesse sapere qualcosa può contattare subito il 112 oppure il 391 7470351. «Abbiamo fatto visionare le immagini delle telecamere – spiega il sindaco Giovanni Benedetti – ma purtroppo senza esito. Ci sono delle zone scoperte, potrebbe essere passata di là. Ad oggi non sappiamo nemmeno esattamente a che ora sia uscita di casa». Nelle prime 24 ore le ricerche si sono concentrate in zone specifiche, a Moniga del Bosco e in centro al paese. Nel tardo pomeriggio di ieri è stato invece attivato un vero e proprio campo base, un centro di coordinamento per le ricerche coordinate da Comune, Polizia locale e Carabinieri: si sono dunque estese nella zona a sud, avvicinandosi al fiume Chiese e alle frazioni di Longavina e Canova. I volontari sono andati avanti fino al buio, e stamattina si ricomincia. 

A. Gat.

Suggerimenti