politica

Fdi può puntare alla tripletta e mette in pista 27 potenziali

Anche il Carroccio dirama un elenco con tanti nominativi a partire dagli uscenti: Simona Bordonali, Stefano Borghesi, Giuseppe Donina, Paolo Formentini, Eva Lorenzoni e Simone Pillon, Raffaele Volpi.
Cristina Almici e Gianpaolo Natali
Cristina Almici e Gianpaolo Natali
Cristina Almici e Gianpaolo Natali
Cristina Almici e Gianpaolo Natali

Gli altri due partiti della coalizione Fratelli d’Italia e Lega, dopo aver consultato la base, scelgono di affidare un corposo elenco di proposte alle segreterie romane in attesa di una valutazione. La situazione sorride al partito capitanato da Giorgia Meloni che, dati alla mano, ha la ragionevole certezza di portarsi a casa un senatore e due deputati (un uomo e una donna). Un saldo al momento positivo che vedrebbe rimpolpare la pattuglia di parlamentari al fianco di Gianpietro Maffoni (quasi sicuro di una riconferma). FdI a Brescia ha raccolto le autoproposte arrivate dalla base e martedì prossimo attenderà le liste definitive. I nomi, consegnati a Milano ieri dalla responsabile Cristina Almici sono 27: tra questi figura proprio quello del vicesindaco di Bagnolo Mella e del consigliere provinciale Daniele Emanuele Mannatrizio e tra i primi c’è anche il trio di consiglieri in Loggia: Gianpaolo Natali, Mattia Margaroli e Giangiacomo Calovini.

Riguardo quest’ultimo, indagato nell’inchiesta su Fidanza e Acri, una parte della base potrebbe anche storcere il naso in attesa naturalmente che venga fatta chiarezza sui fatti. Tornando ai 24 invece spiccano elementi importanti come Diego Zarneri, Alessandro Mingardi e Diego Invernici oltre a due imprenditori del territorio come Amedeo Ghidini e Emma Soncini. Oltre a questo c’è da aggiungere che, osservando i sondaggi, FDI avrebbe tutte le carte in regola per chiedere quantomeno un posto per l’uninominale. Ma l’ordine della lista verrà scelto nelle stanze romane da Giorgia Meloni. Gli uninominali saranno invece scelti dai leader della coalizione.

Anche il Carroccio dirama un elenco con tanti nominativi a partire dagli uscenti: Simona Bordonali, Stefano Borghesi, Giuseppe Donina, Paolo Formentini, Eva Lorenzoni e Simone Pillon, Raffaele Volpi. Ci sono i rappresentanti in consiglio provinciale, Alberto Bertagna, Massimo Tacconi e Giacomo Zobbio e come avvenne per le regionali nel 2018, spazio anche a tanti sindaci: Roberta Sisti di Torbole Casaglia, Gimmy Rinaldi di Marone, Alessandro Pozzi di Pontoglio, Daniele Dancelli di Gottolengo, Renato Pasinetti di Travagliato, Igor Zacchi di Mairano, Giancarlo Comincini di Pompiano, Marco Franzelli di Roccafranca. E anche due vicesindaco: Annamaria Sonia Peli di Lumezzane e Monica Zilioli di Lonato. Insomma la partita adesso entra nel vivo. Il rebus delle candidature del centrodestra si preannuncia intricato e interessante. Chi la spunterà? •. L.Gof.