Nell’Ovest bene le adesioni Proteste dai Comuni esclusi

Melina Sorriso, insegnante in pensione, vaccinata a Roccafranca
Melina Sorriso, insegnante in pensione, vaccinata a Roccafranca

È ondivaga la reazione di politici e cittadini sul piano vaccinale prioritario varato nelle scorse ore per i Comuni del cordone Roccafranca, Rudiano, Urago d’Oglio, Pontoglio, Palazzolo sull'Oglio, Capriolo, Paratico e Iseo. Se i Comuni esclusi a ridosso del cordone alzano la voce per avere la priorità vaccinale tra i 60enni e i 79enni, ci sono invece centinaia di cittadini che non hanno ancora aderito alla campagna nemmeno tra gli over 80. Roccafranca si distingue in tal senso: ha raggiunto soltanto ieri il 65% degli aventi diritto, con 146 adesioni su 227, dopo giorni appena sopra il 50%. «Le adesioni sono in crescita - ha spiegato il sindaco Marco Franzelli -, credo che il passaparola aiuterà le persone poco informate o indecise». La maestra in pensione Melina Sorriso, che compirà 84 anni il prossimo 6 agosto, è stata tra le prime di Roccafranca a recarsi a Chiari per la vaccinazione: «Ai miei compaesani ottantenni dico di non esitare e di essere, invece, entusiasti per una tale possibilità». «Rudiano - fa sapere il sindaco Alfredo Bonetti - ha una percentuale incoraggiante: su 322 ultraottantenni aventi diritto hanno aderito 252 anziani. Siamo dunque al 78,26%». Anche a Urago d'Oglio urge una campagna di sensibilizzazione: su un totale di 228 aventi diritto l'adesione è stata di circa 150 persone (66%). Ma come sensibilizzare? «È il fascicolo sanitario elettronico – ha spiegato il sindaco di Castelcovati Alessandra Pizzamiglio – l'unico mezzo per poter contattare l’assistito e i nostri quattro medici stanno già facendo tutto il possibile per spiegare l'importanza della vaccinazione». L'adesione a Castelcovati è di 240 anziani su 310 pari al 77,4%. «Voglio precisare – ha detto Pizzamiglio – che dei 70 anziani mancanti ne abbiamo almeno una quarantina che non possono muoversi di casa. E questo è un problema anche per il vaccino a domicilio, perché i dosaggi non consentono di aprire una singola fiala per un anziano». Tra gli esclusi dal cordone anche Comezzano Cizzago, confinante con Roccafranca: le adesioni sono 68%, ovvero 121 su 177 aventi diritto. Veniamo ai Comuni insoddisfatti, dopo Castrezzato anche Chiari, con il sindaco Massimo Vizzardi, ha chiesto «l’inserimento del Comune nell’elenco poiché sede di hub vaccinale e dell'ospedale». •.