CHIUDI
CHIUDI

01.03.2020 Tags: Valsabbia

Fondi per la cultura La Valsabbia in coda per spesa pro capite

La Valsabbia è ancora un territorio povero di cultura? A sostenere che è così sono i dati della Fondazione Open Polis, frutto della rielaborazione di quelli ufficiali del ministero dell’Interno basati sul bilancio consultivo 2017 dei Comuni. Un calcolo che evidenzia quanto ogni ente locale spende per ogni cittadino in merito a tutela e valorizzazione di beni e attività culturali. Due le voci considerate: «Valorizzazione dei beni di interesse storico» (le spese per manutenzione e ristrutturazione) e «Attività culturali e interventi diversi nel settore culturale» (le spese per far funzionare e «riempire» di eventi le strutture). LA RIELABORAZIONE dice per esempio che il Comune bresciano più virtuoso in campo culturale è Cedegolo con 141,85 euro pro capite, al 211esimo posto in Italia e al 15esimo in Lombardia. Ma ecco la situazione in Valsabbia. Chi spende di più in cultura è Odolo con 37,3 euro per abitante, seguito da Vestone con 34,8 e da Gavardo con 25,7. Odolo in Italia è al 1.227esimo posto, Vestone al 1.320esimo e Gavardo al 1.864esimo. Ci sono poi 8 Comuni valsabbini oltre quota 2.000 (da Vallio 2.324esimo, che spende 20,9 euro, a Casto, 2.934esimo con una spesa pro capite di 15,8, passando per Vobarno, Bagolino, Villanuova, Bione, Sabbio Chiese e Pertica Alta), e altri 7 oltre la posizione tremila (da Barghe con 13,8 euro, 3.258esimo a Roè Volciano con 10,9 euro, 3.755esimo, passando per Paitone, Preseglie, Anfo, Agnosine e Serle). Idro, Provaglio Valsabbia e Treviso Bresciano sono oltre quota 4.000 (con 8, 6 e 5,7 euro per cittadino spesi), e i fanalini di coda oltre la posizione 5.000 sono Mura con 4,4 e Lavenone con 2,2 euro, seguiti da Capovalle (90 centesimi) e Pertica Bassa (60). I numeri non sono una promozione e neppure una bocciatura: il periodo della rilevazione e la situazione di ogni Comune fanno la differenza; e non deve sorprendere che fatichino di più i piccoli municipi per le ristrettezze che affrontano, dovendo privilegiare le buche stradali ai festival. •

M.PAS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1