Comune «aperto», arrivano le commissioni

L’esterno del palazzo comunale di Tavernole: il sindaco ha sdoganato le commissioni consiliari Il sindaco Gerardo Ferri
L’esterno del palazzo comunale di Tavernole: il sindaco ha sdoganato le commissioni consiliari Il sindaco Gerardo Ferri

Si sta materializzando una «svolta» degna di tale nome nella vita politica di Tavernole. Il sindaco Gerardo Ferri ha mantenuto l’impegno preso durante l’ultimo consiglio comunale (quello andato in scena in videoconferenza lo scorso 23 dicembre), e ha pubblicato ufficialmente sul sito web del Comune (la data è quella del 13 gennaio) l’avviso per la costituzione delle commissioni comunali rimaste finora sulla carta. È l’epilogo di un dibattito che dura da tempo, e che si era ripetuto anche in occasione dell’ultima seduta consiliare. Durante l’assemblea pre natalizia, i membri della minoranza avevano esplicitamente sollecitato il sindaco perché si interessasse alla formazione di questi organi consultivi, ricordando che si tratta di «uno strumento concreto per coinvolgere maggiormente la popolazione nella definizione, attraverso l’espressione della propria opinione, di scelte amministrative e di gestione del paese che la riguardano da vicino». Nell’avviso pubblico il primo cittadino si rivolge direttamente ai concittadini e alle concittadine esprimendo l’intenzione dell’amministrazione di procedere: «Tali commissioni - ricorda nell’avviso Ferri - sono organi di partecipazione popolare, istituite attraverso un’apposita delibera dal consiglio comunale i cui componenti sono individuati su disponibilità individuale o su indicazione delle forze politiche presenti in consiglio comunale. Si riuniscono periodicamente e hanno funzioni consultive su problemi di interesse della collettività o di gruppi e/o categorie di cittadini. In tempi straordinari, come quest’anno appena trascorso, abbiamo compreso quanto sia necessario e utile l’impegno di tutti, secondo le proprie possibilità, talento ed esperienza al servizio della comunità». AL TERMINE dell’appello del sindaco appare il modulo attraverso cui segnalare la propria disponibilità a partecipare indicando la preferenza di una o più commissioni. Ricordiamo che gli organi per cui ci si candida sono le commissioni Urbanistica Ambiente e Territorio, la Cultura Turismo, quella su Servizi sociali e Pubblica istruzione e infine quella competente su Sport e tempo libero. La disponibilità va comunicata indicativamente entro fine di gennaio. Sempre nei giorni scorsi è stato pubblicato un altro avviso importante: sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande di contributi a fondo perduto per le attività economiche (il bando scadeva il 10 gennaio 2021 e la disponibilità accordata a Tavernole è stata di 70mila euro). Le realtà interessate potranno farsi ancora avanti (usando il modulo predisposto dagli uffici comunali) fino a domani inoltrando la richiesta a protocollo@pec.comune.tavernolesulmella.bs.it. •

Barbara Bertussi