CHIUDI
CHIUDI

29.11.2019

Progetti urbanistici Il caso «Stu» torna a scaldare la politica

L’area coinvolta dall’operazione  davanti alla Casa delle associazioni
L’area coinvolta dall’operazione davanti alla Casa delle associazioni

Se qualcuno pensava che il caso «Stu», che ha tenuto banco per anni a Villa Carcina, fosse risolto, si sbagliava. All’ordine del giorno del consiglio comunale che inizia oggi alle 19 c’è infatti l’autorizzazione alle fasi di liquidazione della società Nuova Piazza spa, sulla quale Marsilio Gatti di Villa Carcina Bene Comune ha molte perplessità. «Dopo una lunga contestazione dei cittadini del Comitato Piazza Pulita, la Stu venne sciolta nel 2013 - ricorda Gatti - non prima d’aver smembrato l’area in due parti: la prima pubblica (davanti alla farmacia), la seconda privata (davanti alla Casa delle associazioni). Questa seconda area edificabile, oggi adibita a posteggio dove sfociano il sottopasso e la ciclabile, è stata acquistata dalla srl Lp Castello - continua - per realizzare qui un lotto commerciale e residenziale da definire con l’amministrazione comunale mediante un nuovo Piano attuativo». PARE PERÒ che la società voglia entrare in possesso di altri lotti, visto che Gatti segnala la possibilità per il Comune di perdere ulteriore patrimonio. Questa sera l’assessore Stefano Colosio spiegherà le fasi della liquidazione e le operazioni correlate. •

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1