LA TRAGEDIA

Travolto dal treno
muore operaio al
lavoro sui binari

Il luogo dell'incidente COPYRIGHT FOTOLIVE
Il luogo dell'incidente COPYRIGHT FOTOLIVE

Un operaio di 35 anni, dipendente di una ditta esterna che stava lavorando per conto di Rfi, è stato investito e ucciso questa mattina da un treno che viaggiava tra Ospitaletto e Brescia sulla linea Milano-Venezia. Ne dà notizia Rfi, spiegando che per accertare le cause dell’incidente è stata subito avviata un’inchiesta interna. Il traffico ferroviario sulla linea è stato a lungo sospeso, ma già alle 10.30 - dopo il sopralluogo e il nulla osta ricevuto dall’Autorità Giudiziaria - la circolazione è tornata regolare, anche se - informa Rfi - i treni regionali e quelli a media e lunga percorrenza hanno subito inevitali ritardi e cancellazioni. I treni a media e lunga percorrenza sono stati deviati via Milano - Bologna, Bologna - Verona e Bologna - Padova con allungamenti dei tempi di viaggio fino a due ore. Alcuni di questi collegamenti sono stati effettuati parzialmente con autobus o cancellati. I treni regionali si sono fermati a Rovato e Brescia ed è stato attivato un servizio sostitutivo con bus.
In una nota Rfi «esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai familiari» dell’operaio scomparso. 
Sull’incidente la Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo. Il pubblico Ministero Teodoro Catananti sta ricostruendo la dinamica di quanto accaduto. Non è escluso che l’operaio sia sceso sui binari dalla parte sbagliata venendo così travolto dal treno in arrivo.