CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.01.2018

Tra la città e «Brescia Est» il rebus delle demolizioni

La trivella per i carotaggi, «avvistata» dai No Tav vicino al Parco Ducos
La trivella per i carotaggi, «avvistata» dai No Tav vicino al Parco Ducos

Tutto pronto, anzi no: come uscire da Brescia città (dove la Tav è già arrivata con la precedente tratta Treviglio-Brescia, costata 2 miliardi e realizzata tra il 2011 e il 2016) e come entrare in città a Verona sono questioni ancora oggetto di progettazione, tanto che questi due «segmenti» sono stati stralciati dalla delibera del Cipe con il progetto definitivo finanziato e approvato. SULL’USCITA dalla città la soluzione progettuale in esame è il quadruplicamento dei binari fino a Rezzato verso Molinetto di Mazzano (dove ha inizio la tratta approvata). Sui dettagli è presto: l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Renato Mazzoncini, ha avuto modo di dichiarare nei giorni scorsi che il numero di edifici da abbattere in città è stato «ridotto al minimo», ma che è presto per dire quanti, sono, dove sono e quali sono. Anche per questo in città a Brescia c’è un certo nervosismo dei comitati e dei residenti dei quartieri coinvolti, preoccupati per i rilievi di cantiere in corso. Se ne parlerà stasera in un’assemblea convocata dal Comitato No Tav Brescia, alle 20.45 nella «Sala C» di via Rizzi 4/A a Sanpolino. «Nella giornata di venerdì 19 gennaio - informa il Comitato - abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di una trivella in azione nei pressi del Parco Ducos in città, in un terreno limitrofo all’attuale ferrovia. Ricordiamo che, oltre la totale mancanza di comunicazione di quanto sta succedendo sui nostri territori, nonostante sia stato approvato a luglio dal Cipe il progetto definitivo, mancano ancora il progetto in uscita da Brescia, il progetto per l’arrivo a Verona, la valutazione di impatto ambientale aggiornata, l’adeguamento alle norme antisismiche». V.R.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1