Bertrand., Brescia e Berlino in un sogno di mezza estate

Il dj e producer bresciano Marco dal Pozzolo, in arte Bertrand.
Il dj e producer bresciano Marco dal Pozzolo, in arte Bertrand.

Onirico in botta stroboscopica altezza dancefloor: non sono farneticazioni indotte ma frammenti di una realtà elettronica viva e vivida, lucidamente proiettata dalla zona limbica del sogno all’evidenza di un grande strike stile techno-assalto frontale. «Midsummer Dream», nuova traccia del dj/producer bresciano Marco dal Pozzolo, in arte Bertrand., è decollata dalla stazione orbitale BPitch Control, seminale etichetta tedesca (culto internazionale) fondata da sua maestà Ellen Allien, regina metamorfica dei suoni più sperimentali che l’ha anche inserita nella terza e ultima parte della compilation «We Are Not Alone», dedicata ai nuovi talenti della scena underground, in uscita il 29 gennaio. Sullo sfondo, ovviamente, Berlino, la torre di Alexander Platz, penombre notturne, albe meccaniche e tutto il resto dell’immaginario-corollario diventato mito, dal Berghain al resto del mondo. «Sono nato e cresciuto a Brescia ma da circa 7 anni vivo a Berlino, dove mi sono trasferito per portare al livello successivo il mio progetto musicale. L’alter ego Bertrand. si ispira alle mie origini francesi (cognome di mia madre) ed è principalmente incentrato sulla musica techno: un misto di UK, Detroit e old school europea. Da un po’ suono regolarmente nella line up del Barrakud Festival, grazie a cui sono riuscito a entrare in contatto con Ellen Allien, con la quale è nata anche una bellissima amicizia. Proprio durante l’ultima edizione Ellen mi ha chiesto della musica per la sua label: così è nata “Midsummer Dream“, traccia con cui mi ritrovo ora, unico italiano dei 33 artisti coinvolti, in mezzo a nomi come Dasha Rush, Adriana Lopez, Henning Baer...». Propulsioni a effetto rapido, groove on! Elia Zupelli spettacoli.cultura@bresciaoggi.it