sul palco del concertone

Francesco Renga e Jolanda, il duetto che ha conquistato la piazza e i social

di Gian Paolo Laffranchi
Ha fatto il giro dei social diventando virale il duetto tra il cantante e la figlia sul palco di piazza Loggia a Brescia dove, a presentarli, c'era mamma Ambra
Francesco e Jolanda Renga: hanno cantato insieme in piazza Loggia
Francesco e Jolanda Renga: hanno cantato insieme in piazza Loggia
Il saluto di Renga e il soundcheck con la figlia Jolanda

Il brivido della scoperta. La gioia di svelarsi. Una famiglia che è un fiorire di talenti, due città che unendosi si scrollano di dosso decenni di preconcetti. Jolanda Renga che duetta a sorpresa con papà Francesco, davanti a mamma Ambra, non è solo amore che si spande dal palco della Loggia: è il simbolo d'una città subito degna Capitale della cultura a braccetto con i vicini di casa.

Leggi anche
Prove speciali sul palco: Renga e la figlia Jolanda cantano "Angelo" >>> IL VIDEO

Il picco emozionale di un evento senza precedenti, il senso di un mondo che cambia e può farlo anche in meglio. Nel momento clou del concertone che ha inaugurato a Brescia un anno speciale c’è l’unione che fa la forza, il gioco di squadra che vince spiazzando. Ma non solo: c’è il coraggio di mostrare un lato nascosto, di osare e stupire. Ci vuole personalità per presentarsi davanti a migliaia di persone e cantare assieme a un big della canzone che per giunta è tuo padre, al culmine di uno show presentato da una stella dello spettacolo che peraltro è tua madre. Cantando, per di più, «Angelo»: proprio il brano che il papà ti ha dedicato quando sei nata. Quello con cui ha vinto il Festival di Sanremo. Ma niente accade per caso. Il destino è ciò che ci costruiamo con le scelte, con l’impegno. Jolanda studia canto, Jolanda ha timbro e controllo; i suoi genitori sanno, da professionisti quali sono, che su quel palco ci può stare eccome. La rassicurano con sguardi, sorrisi e poche parole. Non serve altro: la voce fin dal soundcheck non tradisce le farfalle nello stomaco e fluisce naturale, intonata, potente. Il duetto conquista la piazza ed i social.

 

L’esperimento fuori scaletta, un trionfo. «Ieri ho cantato per la prima volta con Jolanda nella mia città… Su Angelo è stato come chiudere un cerchio, ho pianto. Lei è meravigliosa e bravissima. Ha preso dal papà» s’inorgoglisce su Instagram Francesco Renga, emozionato come la mamma.

Ambra Angiolini, Francesco Renga e la figlia Jolanda sul palco di piazza Loggia
Ambra Angiolini, Francesco Renga e la figlia Jolanda sul palco di piazza Loggia

«La vita intera non basterà ma ci proverò lo stesso. Grazie vita mia» scrive Ambra Angiolini, descrivendo l’abbraccio con la sua creatura. Ed è un abbraccio inatteso a definire questo 2023 Capitale che unisce in un cerchio virtuoso due città rivali fino a ieri. L’operosa provincia lombarda custodiva un tesoro di cultura da secoli. Aveva tanta arte, tanta bellezza da mostrare, ma non aveva mai osato. È giunto il momento di farlo. Di scoprirsi nuovi, diversi, migliori.