Confermata la condanna per spaccio

Il ritrovamento in casa di un vero e proprio bazar della droga era costato la condanna a un 43enne che riforniva molti clienti della Bassa bresciana. La Cassazione ha confermato la sentenza per spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Il pusher era molto attivo tra Remedello e Visano; la sua «attività» era stata punita con 2 anni e 8 mesi di reclusione, oltre a 13 mila euro di multa. I CARABINIERI lo avevano sorpreso nel momento in cui stava cedendo dosi di stupefacente ai «clienti» di Remedello. Inevitabile la perquisizione della sua casa dove i carabinieri sono andati a colpo sicuro. Ben nascosti sono stati trovati 18 grammi di cocaina, 55 grammi di marijuana e 42 grammi di hashish, oltre a 200 grammi di sostanza da taglio, e anche un bilancino di precisione e 750 euro ritenuti provento dello spaccio in zona. La Cassazione ha chiuso il cerchio dell’attività illegale.

V.M.