Il Covid frena, a Brescia 298 casi e 9 morti

Nove nuovi decessi e 298 positivi: la pandemia nel Bresciano pare aver tirato il freno e dopo gli ultimi giorni la luce in fondo al tunnel si è fatta più visibile. Calano ancora gli isolamenti domiciliari che sono 7.837 mentre i guariti sono saliti a 76.242. E Brescia a livello nazionale è scesa al diciottesimo posto per indice di positività (245). Si conferma peraltro, nell’ultima settimana, la riduzione del numero di ricoveri di pazienti positivi Covid all’Asst Spedali Civili, e in lieve riduzione è anche il tasso di saturazione di posti letto delle terapie intensive, che resta intorno al 90%. Si osserva anche una progressiva riduzione dell’afflusso di pazienti Covid al pronto soccorso (22 accessi registrati nella giornata di martedì) con un incremento di pazienti non Covid (100 pazienti). A fronte di 46.718 tamponi sono invece 2.569 i nuovi casi di coronavirus registrati in Lombardia, dove nelle ultime 24 ore i morti sono stati 109, portando a 31.373 il totale da inizio pandemia. Significativo il calo degli ospedalizzati nella nostra regione: diminuiscono di undici i ricoverati nelle terapie intensive (totale regionale 834) e di 48 quelli ricoverati nei reparti Covid-19 (totale 6.595). L'analisi precisa che il tasso di positività si attesta al 5,49%, in discesa rispetto all'8% di martedì. Infine si sottolinea come Milano sia in questo momento la provincia lombarda maggiormente interessata dall'incremento di nuovi positivi a Sars-Cov-2: sono 808, di cui 307 nella città capoluogo. Seguono le province di Varese con 540 nuovi casi, di Brescia con 298 e di Como con 227. Il minor numero di nuovi positivi si registra a Sondrio (+45), Lecco (+44) e Lodi (+43).•.

Giuseppe Spatola