CHIUDI
CHIUDI

08.12.2019

Riciclo, qui si fa sul serio Ora tocca agli oli esausti

Un bidone per gli oli usati
Un bidone per gli oli usati

Già nell’elenco dei borghi di punta nel riciclaggio (è oltre la quota del 72% secondo gli ultimi dati), Polaveno allarga la gamma dei servizi per il reimpiego dei rifiuti con la posa di tre contenitori per la raccolta degli oli vegetali esausti: uno in via Roma, nel capoluogo, e gli altri a San Giovanni, in via Europa, e Gombio, vicino al campo sportivo. Dotati di un sistema anti randagi, riconoscibili per il colore giallo, servono a raccogliere, previo travaso in bottiglie di plastica, oli e grassi vegetali derivanti da fritture (ovviamente raffreddati) o da cibi in scatola. Acque di lavaggio, oli esausti per autotrazione e residui di alimenti sono invece banditi. Una new entry da affiancare all’ormai rodato sistema a calotta, che prevede la differenziazione con il metodo dei limitatori volumetrici piazzati sui cassonetti per indifferenziato e organico e attraverso i tradizionali contenitori stradali per carta, plastica e vetro. Completa l’offerta l’isola ecologica in località Madonnina, da inizio dicembre utilizzabile anche dai vicini di casa di Brione dopo la firma di un protocollo d’intesa tra le due amministrazione che stabilisce la gestione associata, in forma sperimentale, della piattaforma. •

N.BON.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1